Politica

WHIRLPOOL, Caso (M5S):”Bene tavolo lavoro al Mise. Ministro Di Maio non darà tregua ad azienda. Accordo va rispettato”

Roma, 4 GiugnoUna linea severa ed intransigente quella portata avanti nel corso della riunione dal Ministro dello Sviluppo e del Lavoro al quale va il mio incondizionato sostegno per la determinazione con cui sta affrontando la paradossale vicenda Whirlpool, che lascerebbe a casa 420 lavoratori nonostante l’accordo sottoscritto, proprio al Mise, il 25 ottobre scorso. Se questi “signori” pensano di trasformare in carta straccia gli impegni assunti mesi fa si scontreranno con il rigore, già dimostrato in queste ore da Di Maio, pronto tra l’altro a richiedere fino a 16 milioni di euro ricevuti in passato dall’azienda come incentivi” lo dichiara Andrea Caso, Portavoce alla Camera del MoVimento 5 Stelle nonché membro della Commissione Parlamentare Antimafia, presente nel pomeriggio al tavolo tecnico di Lavoro tra Ministro, Sindacati e vertici aziendali della Whirlpool per capire come sia potuto accadere che, dall’oggi al domani, il noto marchio prospettasse la chiusura dello stabilimento a Napoli.

“Il MoVimento attraverso il Ministro e Vicepresidente del Consiglio intende salvare produzione ed occupazione, questa situazione rappresenterà un precedente importante per tutti quei marchi, aziende e multinazionali pronte eventualmente a replicare questa decisione, speriamo vertici tornino sui loro passi, noi con i lavoratori sempre e comunque!” conclude Caso.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print