Sports

Volley – Molinari Ponticelli, sconfitta in casa contro Bari

Olimpia Del Giudice: “E’ mancata la costanza”

MOLINARI VOLLEY PONTICELLI              0

BARI                                                                  3

 (22-25, 18-25, 21-25)

Molinari Volley Ponticelli:  Musella (L) , Del Giudice 7, D’Aniello 7, Aprea 13, Battaglia, Imbimbo 8, Manzo 7. Oliviero , Rapillo. Non entrate:  D’apice, Guarracino, Romano. All. Riccone

Bari: Cariello 7, Liguori 9, Piemontese 11, Labianca 13, Marasco 13, Alfieri 4, Minervini (L), Binetti. Non Entrate: Cillo, Romanazzi. All. Sarcinella

Note: spettatori circa 200. Durata parziali (’26, ’23’, ’25). Battute punto: Ponticelli 7, Bari 5. Battute sbagliate: Ponticelli 1, Bari 4.

 

 

Napoli, 18 Marzo  – Al PalaVesuvio il Molinari Volley Ponticelli cede il passo 3-0 contro il Bari.

Comincia bene la formazione di casa che si porta in vantaggio, nonostante un paio di scelte discutibili da parte dell’arbitro, per 12-7. Pubblico particolarmente caldo al PalaVesuvio per incitare le ragazze di coach Riccone. Le biancoblù sembrano recepire il messaggio e sembrano dilagare nel finale ma proprio sul più bello cadono 22-25.

Nella seconda ripresa , dopo un iniziale recupero, Ponticelli sembra quasi mollare tanto che le ospiti si portano avanti 11-16.  Qualcosa però cambia quasi immediatamente, ed una serie di errori delle avversarie rimettono in partite le biancoblù. Recupero che però non si concretizza, così il Bari firma il 18-25.

Nel terzo set Aprea e compagne rispondono con grande orgoglio e determinazione arrivando a collezionare un importante vantaggio fino al 14-9. Il ritorno delle baresi è incontenibile e le padrone di casa si lasciano raggiungere. Il tracollo sul finale di gara vede comunque uno scarto minimo: 21-25.

 

Mesto il commento del tecnico a fine partita: “L’andamento che stiamo avendo è un po’ incostante – spiega Fiorenzo Riccone -. Ci manca qualcosa per riuscire a vincere qualche set in più e qualche gara in più. Nel lavoro dobbiamo cercare quella continuità in più che ci manca. La classifica non ci condanna, quindi dobbiamo crederci ancora”.

 

“Facciamo qualcosa di buono per troppo poco tempo – spiega al termine del match Olimpia Del Giudice -. Partiamo bene ma poi ci perdiamo, qualche volta caliamo di concentrazione. Un peccato, perché secondo me è tutta una questione di atteggiamento. A tratti si vede un buon gioco, ma quel che manca è la costanza”.

 

 


image_pdfimage_print