Sports

Volley – Luvo Barattoli Arzano, esordio vincente nel big match con Santa Teresa di Riva

LA SQUADRA DI GIACOBELLI CONQUISTA LA VITTORIA AL QUINTO SET:   “Godiamoci questo successo”.

LUVO BARATTOLI ARZANO 3

SCHULTZE SANTA TERESA 2

(27-25; 28-30; 25-17; 18-25; 15-11)

Luvo Barattoli Arzano: Campolo 20, Piscopo 1, Passante 7, Aquino 17, Perata 7, Guida (L), Postiglione 16, Putignano 4. Non entrate: Suero, Riccio, Iorio, Mautone, Esposito. All. Giacobelli

Schultze S.Teresa: Iannone 10, Rinaldi (L), Mercieca 10, Albano 11, Agostinetto 5, De Luca 2, Ferrarini 3, Marino 10, Bertiglia 14. All. Jimenez

Arbitri: Cafaro e Beneduce di Caserta

Note. Durata set: 31′; 32′; 25′; 26′; 17′. Battute sbagliate Arzano: 15; Battute punto Arzano: 7; Battute sbagliate S.Teresa: 11; Battute punto Santa Teresa: 6. Spettatori: 200 circa.

 

Arzano 20 Ottobre  – Parte con il piede giusto il campionato della Luvo Barattoli Arzano, arriva subito un successo che consente di fare i primi due passi avanti in classifica. La gara ha rispettato le aspettative della vigilia ed ha offerto mille e più spunti di riflessione.

Il dopo partita non è il momento delle recriminazioni, ci sarà tempo per analizzare il disastro combinato nel secondo set ma quello della giusta soddisfazione: “Ci godiamo questo successo – spiega coach Nando Giacobelli – e poi da lunedì penseremo al Cerignola”. Esordio da primo allenatore della Luvo Barattoli Arzano con un successo: “Va bene così, venivamo da un precampionato non proprio eccezionale. Contava fare risultato e lo abbiamo fatto. Il nostro obiettivo è tirare fuori il massimo da ogni gara, siamo contenti dei punti. C’è da lavorare tanto per continuare a crescere”.

Sicuramente positivo l’esordio dell’unico volto nuovo del club la palleggiatrice Isabella Perata che ha mostrato lucidità anche nei momenti più difficili ed ha cercato di dare una mano mandando a segno ben sette pallonetti nel campo avversario. Suo anche il poco invidiabile primato delle battute sbagliate ben cinque.

Campolo si conferma una sicurezza portando a casa venti punti e attaccando da qualsiasi punto del campo si trovasse. Il distacco accumulato in avvio di primo set (10-5) faceva presagire ad un andamento più tranquillo ed invece l’equilibrio lo ha rotto Valeria Piscopo che ha segnato il punto del 27-25 aiutando il muro.

Il secondo set è quello della follia. Sul punteggio di 24-18 la Luvo Barattoli Arzano riesce a farsi infilare un parziale di 0-6 (spezzettato da due inutili time-out) che riapre i giochi (24-24). Ci sono altre chance per Arzano fino a quando alla seconda occasione positiva il sestetto di Jimenez pareggia i conti (28-30).

Nel parziale successivo la squadra di casa dimostra di non aver accusato per niente il colpo. Scende in campo con disinvoltura, accelera fino al 24-17 e dimostra di aver imparato la lezione chiudendo i giochi e tornando in vantaggio.

La stanchezza affiora tutta invece nel quarto. Questa volta è Santa Teresa di Riva ad avere il pallino del gioco fra le mani. Arzano non dà mai l’impressione di rientrare in gioco e si va così al quinto set.

Sul 6 pari si rompe l’equilibrio. Arzano scappa avanti e riesce ad amministrare il vantaggio chiudendo i giochi senza ulteriori grattacapi.

“Che incubo il secondo set – spiega Isabella Perata– mentre lo giocavamo pensavo se mai mi fossi già trovata in una situazione così. Purtroppo è stato un episodio brutto ma lo abbiamo digerito in fretta e vincendo abbiamo dimostrato di avere grinta, carattere e di non lasciarci demoralizzare da un singolo episodio”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa