Senza categoria

Volley – Luvo Barattoli Arzano demolisce la capolista Santa Teresa di Riva

LUVO BARATTOLI ARZANO          3

MAM SANTA TERESA DI RIVA      2

(25-16; 25-23; 14-25; 20-25; 15-11)

Luvo Barattoli Arzano: Postiglione 17, Maggipinto, Speranza 7, Topa 1, Coppola 2, Ascensao M. 12, Guida (L), Manfredonia 1,  Campolo 17, Ascensao R. 20, Passante. Non entrate: Mautone. All. Collavini

Mam Santa Teresa Riva: Rania 18, Bilardi 13, Panucci 11, Agostinetto 3, Escher 1, Pietrangeli (L), Composto 16, Bertiglia 9. Non entrate: Caruso, Romani, Cassone. All. Jimenez.

Arbitri: Gabriella Notaro – Eustachio Papapietro

Note. Durata set: 27’; 29’; 26’; 29’; 21’. Battute sbagliate Arzano: 12; Battute punto Arzano: 9. Battute sbagliate Santa Teresa di Riva: 5, Battute punto Santa Teresa Riva: 4. Spettatori: 300 circa.

 

 

Arzano, 26 Marzo – Luvo Barattoli Arzano in trionfo. La squadra di Collavini si toglie la soddisfazione di affondare la corazzata Santa Teresa di Riva e di mettere in cassaforte due punti di platino. Aveva visto giusto coach Paolo Collavini, la squadra era pronta per la grande impresa e non ha fallito. C’è addirittura rammarico del giro a vuoto nella parte centrale del match che ha impedito la conquista di una vittoria da tre punti.

“Questa squadra continua a rispondere bene –spiega coach Collavini- da quando abbiamo questo assetto abbiamo conquistato tutte vittorie ed una sola sconfitta al tie-break. C’è il rammarico di non essere ancora salvi, però c’è lo stimolo di lottare e dare il massimo ad ogni gara”.

Adrenalina pura in avvio di gara. La Luvo Barattoli Arzano dimentica di trovarsi al cospetto della prima della classe (con dieci punti di vantaggio sulla seconda) e comincia a dettare gioco, macinando anche punti. La prima serie positiva arriva con Postiglione in battuta, si arriva al primo time-out tecnico con un eloquente 8-3.

Jimenez prova a richiamare le sue, risponde soltanto Bilardi. Arzano non ha problemi ad allungare. La serata è quella giusta per Marlene Ascensao che mette a segno 6 punti nel parziale d’avvio. Sguardo spiritato e grinta negli occhi di Sara Speranza. Un bel mix che consente alle padrone di casa di concedersi addirittura vantaggi dal punteggio lusinghiero 16-5 prima e 21-7 poi. La frazione si conclude sul 25-16.

Tanta grinta e spettacolo anche nella frazione successiva. La Luvo Barattoli crede nell’impresa e non si fa intimidire dal ritorno siciliano. Sempre avanti nei time-out (8-3 e 16-12) abbassa pericolosamente la guardia sul 21-17 e deve stringere i denti per chiudere i giochi sul 25-23. Menzioni speciali per Nunzia Campolo e Marlene Ascensao che cercate da Lorena Coppola non deludono mai.

Cambiato il campo si affloscia la grinta arzanese. Non ci vuole molto per Santa Teresa di Riva per risvegliarsi e accumulare punti (6-13).

Collavini prova qualche mossa, ma l’adrenalina è rimasta dall’altra parte del campo e il terzo set finisce facilmente nelle mani siciliane: 14-25.

Per chiudere i conti ci vorrebbe ancora il migliore Arzano dell’anno, quello delle prime due parti. Nel quarto set è di nuovo partita vera, lo slancio in più non arriva causa le troppe imprecisioni e le palle che non riescono a raggiungere l’obiettivo. Si arriva in equilibrio fino alla fase calda, ma la marcia in più è della capolista (20-24) che riesce a portare la gara al quinto set (20-25).

Nunzia Campolo in cattedra ad inizio tie-break (4-0) poi viene immediatamente fuori la capolista che riapre i giochi (6-5). Coppola stringe i denti ed Arzano gira avanti (8-5) e accumula ancora punti di vantaggio (10-6). Non è finita, ultimo brivido sul 10-8 Santa Teresa di Riva perde Jessica Panucci per infortunio, in campo Martina Escher.

La Luvo Barattoli Arzano non si ferma ed alla terza palla match chiude i giochi e si gode un trionfo più che meritato.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa