Comuni

Volla, Rifiuti speciali smaltiti illegalmente: la Guardia di Finanza sequestra 12 capannoni

Verdi: “La magistratura vada fino in fondo sulla vicenda, è la dimostrazione che c’è chi continua a fare soldi illegalmente con i rifiuti”

 

Volla, 17 Luglio – “Siamo soddisfatti dell’operazione condotta dalla Guardia di Finanza, su segnalazione del giornalista Pino Grazioli, che ha posto sotto sequestro 13 capannoni nel comune di Volla. L’operazione ha avuto inizio questa notte, intorno alle 2,30, quando le Fiamme Gialle sono entrate in un deposito di via Fossa Reale Molino Cozzone, trovando stipati diversi chilogrammi di rifiuti speciali, tra cui pneumatici, oli esausti e rifiuti ospedalieri”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “L’operazione è proseguita con il sequestro delle altre strutture. Sembrerebbe che dietro ci fosse un vero e proprio giro di smaltimento illegale di rifiuti speciali attraverso un sistema di false bolle di trasporto. Il sequestro conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che c’è chi continua a fare soldi illegalmente con i rifiuti speciali. Ai criminali, evidentemente, non è bastato avvelenare le terre e aumentare in maniera esponenziale l’incidenza delle patologie oncologiche sulla popolazione. Il business criminale continua ad essere appetibile e a garantire ingenti guadagni”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print