Attualita'

Viva la Mamma!

Maggio è il mese delle rose, il mese dell’amore e abbinare maggio alla Madonna ed alla festa della mamma non è stata l’intuizione di un singolo, ma un’esigenza del cuore di tutto un popolo, semplice e innamorato. Nella seconda domenica del mese, saranno in tanti in Italia a omaggiare la mamma, nel giorno della sua tradizionale ricorrenza. La festa della mamma si celebra in tutto il mondo, e, per quanto gli italiani siano spesso tacciati di eccessivo attaccamento alla madre, hanno ereditato questa festa, ma non l’hanno creata. Il merito è della statunitense Anna Jarvis, che, celebrando anche l’impegno civile della madre a favore di altre donne e cogliendo precedenti suggestioni della stessa, si batté per l’istituzione di una ricorrenza destinata a questo scopo. Alla fine il Mother’s Day, partito di fatto da una celebrazione privata, divenne festa federale, grazie a una risoluzione congiunta approvata l’8 maggio 1914 dal Congresso e poi mediante proclamazione presidenziale. Ma non tutti i Paesi hanno la stessa data per celebrare la figura della mamma: nella maggior parte si festeggia nel mese di marzo. A San Marino, ad esempio il 15. Perché dunque in Italia alle mamme è dedicata la seconda domenica del mese di maggio, e dunque la data cambia di anno in anno? Bisogna risalire alle origini della ricorrenza, che sono sia religiose che commerciali. La Festa della Mamma è stata istituita a maggio per la prima volta negli anni ’50, precisamente nel 1956 su iniziativa di Raul Zaccari, sindaco della città ligure di Bordighera, che voleva promuovere il commercio di fiori della riviera ligure. L’anno successivo la festa venne “adottata” con valenza religiosa il 12 maggio 1957 dal parroco di Tordibetto di Assisi, don Otello Migliosi. Non siamo gli unici a festeggiare la seconda domenica di maggio: con noi ci sono Svizzera, Slovacchia, Croazia, Stati Uniti, Malta e Giappone. Di ragioni per cui la Festa della Mamma è una ricorrenza da segnare in rosso sul calendario ce ne sono a non finire. Di mamma ce n’è una sola e lo sappiamo. Anche se “son tutte belle”, sia chiaro. Non confondete la data, quest’anno cade domenica 8 maggio e donarle un fiore, qualche parola detta, o magari scritta, potrebbe ricordare a chi vi ha messo al mondo che davvero, per voi, la mamma è una sola, naturale o acquisita che sia, Il Dna vale zero, conta solo il cuore.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa