Politica

Universiadi, Passariello (FDI-AN): “Perché Governo commissaria ARU?”

Napoli, 3 Novembre – “Mancano solo 21 mesi all’inaugurazione delle Universiadi e ad oggi si parla solo di progetti esecutivi da presentare e nessuna gara è stata aggiudicata”. A denunciarlo in una nota il consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale in Campania Luciano Passariello. “Nessuna pietra è stata messa in campo per ristrutturare i nostri impianti sportivi –  aggiunge Passariello – .  con annunciato spreco di fondi utilizzati per allestire strutture temporanee – come il ‘Corno’ di de Magistris – piuttosto che utilizzare impianti di proprietà pubbliche già presenti sul territorio.

 

 Penso al Centro Federale di Fuorigrotta e agli storici circoli napoletani che hanno dato lustro allo sport cittadino e che affacciano direttamente sul Golfo. Si è invece programmato di realizzare ben tre campi sul Lungomare con una spesa di circa 776mila euro che al termine delle Universiadi verranno poi smantellati senza alcuna ricaduta economica ed occupazionale per Napoli – aggiunge Passariello – .

 

L’Agenzia Regionale per le Universiadi (ARU) un’organizzazione allo sbando già in partenza e prossima al commissariamento dopo neanche un anno di vita. Quali sono le motivazioni che hanno indotto il Governo nazionale a prendere questa decisione? E perché il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è giudicato capace di rivestire il ruolo di commissario per la Sanità e non quello per l’atteso evento sportivo? Lo riteniamo l’ennesimo schiaffo alla Regione Campania. E mi domando, infine, quale ruolo rivesta il sindaco di Napoli Luigi de Magistris nell’organizzazione, al quale va riconosciuto essere certamente uno dei massimi esperti in feste di piazza. Ma le Universiadi sono tutt’altra cosa”, conclude Passariello.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa