Trasporti, Cirillo (M5S): “Riaperte le Terme di Castellamare, stazione chiusa. Depositata interrogazione”

Napoli, 01 Giugno – “Quali sono le ragioni della mancata riapertura della fermata della circumvesuviana ‘Castellammare Terme’? Quali provvedimenti intende adottare per agevolare la fruibilità delle Terme?. Lo chiede Luigi Cirillo, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in un’interrogazione rivolta al Presidente De Luca anche nella sua funzione di Assessore ai Trasporti. “Riaprire il complesso delle antiche Terme di Stabia, gestite da Scabec, società in house della Regione Campania, senza garantirne un’agevole fruibilità – sottolinea Cirillo –  rappresenta una contraddizione della Giunta De Luca”.

“La riapertura della fermata ‘Castellammare Terme’ della circumvesuviana, dopo anni di abbandono, avrebbe rappresentato un importante segnale – aggiunge il consigliere – soprattutto se fosse stata immessa nel circuito del Campania Express al fine di favorire la venuta di turisti nel complesso termale e agevolare la partecipazione di pubblico in occasione di spettacoli e laboratori come quelli dedicati alla figura di Raffaele Viviani”. “Invece i turisti saranno costretti a scendere alla stazione della Circumvesuviana di Castellammare Centro che oltre essere distante alcuni km dal complesso, presenta, cosi come verificato stamane in un sopralluogo effettuato insieme al consigliere comunale Vincenzo Amato, barriere architettoniche per i disabili – prosegue il consigliere – sia nell’accesso ai servizi igienici che nel passaggio dal secondo binario dove fermano i treni in direzione Sorrento verso l’uscita, costringendo il disabile a dover riprendere il successivo treno per tornare ad altra stazione per non rimanere intrappolato su un binario dal quale non potrebbe uscire in autonomia”. “Non possiamo consentire che nel 2017 si verificano situazioni del genere – conclude Cirillo – lavoreremo al fine di valorizzare e rendere fruibili a tutti senza barriere, le bellezze del nostro territorio”.