Comuni

Torre del Greco, minacce e aggressioni per avere lavoro: 5 arresti tra i tirocinanti della Gema

Napoli, 23 Maggio – “Apprendiamo con piacere la notizia delle cinque ordinanze di custodia cautelare eseguite dagli uomini del commissariato di Torre del Greco nei confronti di altrettanti soggetti che, al termine di un tirocinio attraverso il progetto Garanzia Giovani con il consorzio Gema, pretendevano senza alcun titolo di essere assunti. La Gema, all’epoca, si occupava della raccolta dei rifiuti nella città corallina. Durante le loro proteste i tirocinanti che prevedevano di essere assunti contribuirono con le loro iniziative a generare la crisi dei rifiuti che ha investito Torre del Greco nei primi mesi del 2019”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “All’epoca dei fatti ci esprimemmo in maniera dura contro tali atti delinquenziali che arrecavano un danno esponenziale all’intera cittadinanza, anche attraverso il danneggiamento degli uffici comunali. I delinquenti non devono avere agibilità, lo riaffermiamo dopo la battaglia che abbiamo condotto per non far includere alcuni detenuti nel passaggio di cantiere all’azienda che ha vinto l’appalto per la raccolta dei rifiuti. Auspichiamo che la magistratura proceda con la massima severità. Nessuno può permettersi di assumere comportamenti delinquenziali e camorristici come quelli mostrati dai cinque arrestati”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print