Comuni

Torna a Nisida il Premio “Amato Lamberti” sulla responsabilità sociale

Toni Servillo ospite d’onore della manifestazione promossa dall’associazione Jonathan e da Gesco. Il sindaco di Napoli premierà Enzo Avitabile;  Sylvain Bellenger, Isabella Schiavone, Antonio Loffredo, Roberto Di Bella, Maria Carmen Morese e gli operai ex Alcoa gli altri premiati

Napoli, 18 Settembre – è un evento sociale e culturale insieme il Premio Responsabilità Sociale “Amato Lamberti” che si tiene presso il Centro di Studi Europeo di Nisida sabato 22 settembre 2018 a partire dalle ore 18 con Toni Servillo come ospite e premiato d’eccezione di questa quinta edizione. Organizzato dall’Associazione Jonathan e dal gruppo di imprese sociali Gesco con il sostegno di Whirlpool Corporation il Premio vuole promuovere la responsabilità sociale come strumento di partecipazione e di cittadinanza attiva attraverso l’esempio concreto di cittadini ed esponenti del mondo della cultura, del giornalismo, del lavoro, delle istituzioni e del terzo settore.

La manifestazione, che ha ricevuto la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica ed è accreditata presso l’Ordine dei Giornalisti della Campania, sarà condotta da Ida Palisi mentre Conchita Sannino terrà una conversazione pubblica con Toni Servillo che riceverà il premio per l’edizione 2018 (consegna il procuratore capo presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno Patrizia Imperato) e in chiusura il cantautore Giovanni Block intratterrà gli ospiti con alcuni brani del suo repertorio.

Dopo i saluti del presidente di Gesco Sergio D’Angelo e del presidente dell’Ordine dei Giornalisti Ottavio Lucarelli, aprirà la premiazione il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che consegnerà il premio  per la categoria “Cittadinanza” al musicista Enzo Avitabile. Seguiranno la consegna dei premi al direttore del Goethe Institut di Napoli Maria Carmen Morese (premio “Napoli Città Solidale”, consegna il direttore dell’Ipm di Nisida Gianluca Guida); al parroco di Santa Maria della Sanità padre Antonio Loffredo premiato con la cooperativa sociale l’Officina dei Talenti per la categoria “Lavoro sociale” (consegna Gemma Tuccillo, Capo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità); al direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger per la “Cultura” (consegna l’assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele); per la categoria “Impresa” agli operai Bruno Usai e Giorgio Atzori della fabbrica sarda di alluminio ex Alcoa ora Sider Alloys (consegna la presidente di Jonathan Silvia Ricciardi); per il “Giornalismo” alla redattrice del TG1 Rai Ambiente-Società Isabella Schiavone (consegna Ottavio Lucarelli) e infine al presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria Roberto Di Bella la “Menzione speciale” dedicata alla memoria del magistrato Paolo Giannino (consegna il presidente del Tribunale per i Minorenni di Salerno Piero Avallone).

Parteciperanno all’edizione 2018 gli artisti Danilo Ambrosino, Lucia Ausilio, Lorenzo Cabib, Anna Fusco, Sergio Fermariello, Cherubino Gambardella, Francesco Manes, Ana Gloria Salvia, Emmanuele Stanziano, Carla Viparelli che hanno donato una loro opera per l’occasione. Partecipa infine Dino Gravina presidente della cooperativa Nesis per un omaggio speciale del laboratorio di ceramica di Nisida.

Il catering sarà a cura di Monelli tra i fornelli, la regia e l’allestimento di Exit Communication.

L’edizione 2018 ha i patrocini di: Ministero della Giustizia; Regione Campania; Comune di Napoli; Ordine dei Giornalisti della Campania; Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.

image_pdfimage_print