Comuni

Telese Terme, Violante Bentivoglio Malatesta incanta il pubblico telesino

La giovane nobildonna interpretata da Francesca Amodio conquista la platea del Cinema Teatro Modernissimo. Nella serata evento premiate due aziende sannite con il premio “Modi Nuovi per la Cultura”

 

 

Telese Terme, 31 Maggio – Entusiasmante la prima tappa del tour legato al progetto “Conosci Violante?”. La Città di Telese Terme (comunità adottiva di Francesca Amodio, giovanissima attrice protagonista del docufilm “Violante Bentivoglio Malatesta e il Palazzo Pretorio di Cittadella”) coinvolta attraverso istituzioni, associazioni, attività commerciali, scuole e semplici cittadini, si è distinta per la sua calorosa accoglienza, incantando poi gli ospiti con le sue bellezze. In una sola giornata, il cast, composto dal regista Rocco Cosentino, dall’attrice protagonista Francesca Amodio, dall’attrice coprotagonista Cristina Chiaffoni e da Michele Secco, ha incontrato gli studenti dell’IIS Telesi@ e il pubblico telesino.

Un’accoglienza calorosa quella riservata alla giovane attrice protagonista, Francesca Amodio, che ha incantato entrambe le platee con la sua grazia e bravura.

Il Cinema Teatro Modernissimo, la mattina del 28 maggio, ha ospitato quasi trecento studenti dell’IIS Telesi@, accompagnati dal dirigente scolastico, prof. Angela Maria Pelosi, e dai docenti.

Gli studenti hanno assistito alla proiezione del docufilm e sono stati successivamente coinvolti in un momento di confronto e riflessione con il cast, sul tema della valorizzazione territoriale legata al potere comunicativo della cinematografia. Ai giovani spettatori è stato anche consegnato un attestato di partecipazione con relativa attribuzione di crediti formativi, proprio per il carattere culturale del doculfilm incentrato sulla figura di Violante Bentivoglio Malatesta.

La seconda parte della giornata ha previsto il conferimento del Premio “Modi Nuovi per la Cultura”, sostenuto dalla società Modi Nuovi. La serata evento, promossa e organizzata dall’Associazione Culturale Officina delle Idee in collaborazione con GoldWing Film e Premio “Modi Nuovi per la Cultura” contempla una doppia formula culturale: proiezione del docufilm “Violante Bentivoglio Malatesta e il Palazzo Pretorio di Cittadella” del regista Rocco Cosentino e Premio “Modi Nuovi per la Cultura”, riconoscimento sostenuto dall’azienda Modi Nuovi di San Martino di Lupari (PD).

Nell’ottica di un’imprenditoria culturalmente artistica e di una cultura artisticamente imprenditoriale, la serata evento, pensata in un dualismo culturale che richiama Giano Bifronte, il dio con due visi, si è aperta con la proiezione del docufilm e il successivo spazio dedicato alla premiazione di aziende e professionisti.

La sorpresa iniziale del saluto del sindaco di Cittadella, Luca Pierobon, ha siglato un gemellaggio culturale virtuale tra Telese Terme e Cittadella.

Per il tramite del regista Rocco Cosentino si è infatti realizzato uno scambio di intenti. Al gagliardetto, simbolo della città murata inviato dal sindaco di Cittadella, il sindaco di Telese Terme ha risposto con il dono dell’obolo telesino. Il primo cittadino Pasquale Carofano, intervenendo poi in merito alla serata, ha evidenziato quanto anche l’accoglienza manifestata dalla comunità sia stata una modalità di valorizzazione del territorio; definendo un mix positivo l’iniziativa “Conosci Violante?”, che unisce cinema, cultura, territorio e imprese. Parole di lode sono giunte anche dall’assessore alle Pari Opportunità, Filomena Di Mezza, che con il suo assessorato ha materialmente sostenuto l’iniziativa, evidenziando la valenza di un progetto che sottolinea il ruolo di una donna riscoperta dopo molti anni e all’avanguardia rispetto ai tempi in cui ha vissuto. Il consigliere delegato alla Cultura, Giovanni Liverini, ha definito l’iniziativa pregevole, interessante, perché produttrice di un nuovo modo di fare cultura.

Sulla validità e importanza del progetto culturale di divulgazione territoriale si è soffermato anche il presidente della Pro Loco, Antonio Popolizio, che ha evidenziato l’apertura del territorio nel condividere iniziative come queste in un incontro di intenti e possibilità di promozione.

A seguire, la proiezione del docufilm, quindi lo spazio dedicato alla premiazione. Sul palco, alla presenza delle massime autorità civili e imprenditoriali, sono state premiate le aziende che hanno fatto del controllo di gestione un successo. La tappa campana a Telese Terme ha premiato: Mangimi Liverini Spa di Telese Terme (Bn); Hanon Systems Italia Benevento di Benevento; EDM Informatica Srl (Napoli). Per la categoria professionisti (studi commercialisti/consulenti): Comed Srl (Napoli); Studio Vitiello (Napoli), Diagnosi aziendali Studio Pirozzi (Napoli).

Lisa Comarin di Modi Nuovi, ha spiegato in che modo sia nato il premio, partendo dall’attività della società, legata allo sviluppo di tecnologie, riconducibili soprattutto al controllo di gestione, da e per imprenditori. Il presupposto imprescindibile di una tecnologia connessa alla cultura, intesa come conoscenza, ha poi fatto il resto, facendo si che l’azienda si mettesse in gioco con la sua conoscenza in campo tecnologico, nei confronti delle imprese, e la conoscenza di professionisti che affiancano queste realtà, per diffondere la cultura imprenditoriale.

Massimo Moresco, direttore commerciale di Modi Nuovi, entrando nel merito, ha aggiunto come lo scopo del premio sia quello di diffondere la cultura imprenditoriale nell’ottica di sviluppo di una strategia che possa costruire basi solide sulle quali creare un futuro prospero per l’Italia, dando merito alle aziende che si sono chiaramente distinte nell’eccellenza imprenditoriale.

Filippo Liverini, presidente di Confindustria Benevento, si è complimentato con la società Modi Nuovi per il ruolo propulsore mirato a un rinascimento economico, in questo momento auspicato dall’Italia, evidenziando quanto sia importante il controllo di gestione per le aziende, nel momento in cui l’imprenditore di trova a ricoprire il suo ruolo a 360 gradi, in modo da fronteggiare crisi finanziarie e eventuali problematiche potenzialmente derivabili dal panorama attuale.

La premiazione è stata effettuata dalle madrine della serata, Francesca Amodio, che si è detta particolarmente felice di essere nella città di cui è originaria sua madre, e Cristina Chiaffoni, che ha evidenziato come sia stata una bellissima esperienza lavorare con Francesca, una fusione armoniosa tra differenti generazioni.

Si ringraziano per la tappa a Telese Terme: il Comune di Telese Terme; la Pro Loco Telesia, Confindustria Benevento. E ancora l’IIS Telesi@ di Telese Terme; l’IIS Faicchio-Castelvenere, il Centro Culturale “Amico” Emilio Bove ingegnere. Grazie all’impresa Minieri, per avere accolto e accompagnato il cast in una tranquilla passeggiata nel parco termale, alla scoperta delle proprietà curative delle acque sulfuree. Un particolare ringraziamento da parte degli organizzatori va anche a coloro i quali hanno contribuito insieme agli enti e agli attori coinvolti a rendere possibile la tappa telesina del progetto: Birreria Sheerwood; Fontana tavola calda; Fausto Bonelli (servizi ristorazione Ristorante Terme di Telese e Grand Hotel Telese); Bar Big e La Vinicola Del Vecchio.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print