Comunicati

Taranto, successo del Country Workshop Italia-Ucraina

Taranto, 19 Settembre – È iniziato un processo osmotico di conoscenza tra la comunità ucraina e la comunità del Meridione, con un occhio particolare  a quella tarantina, un nuovo rapporto basato sul rispetto delle rispettive culture che hanno moltissimi punti in comune, due territori che in questo periodo stanno disegnando un nuovo modello di sviluppo economico proiettandosi con rinnovato ottimismo nel futuro.

Questo è il più importante risultato conseguito dal Country Workshop organizzato a Taranto, sotto l’alto patrocinio dell’Ambasciata di Ucraina in Italia, dalla Camera di Commercio e Industria Italia Ucraina e dal Consorzio Mari di Taranto, anche grazie al sostegno di Sistea, CFA Group Invest Holding e Mon Reve Resort.

L’importante manifestazione è stata patrocinata da A.N.C.I., Comune di Taranto, Città Metropolitana di Napoli, UIL Taranto e Ordine degli Architetti di Taranto.

Scopo ultimo del Country Workshop di Taranto, tenutosi nelle giornate di martedì 17 e mercoledì 18 settembre, è stato creare accordi di partenariato e di collaborazione internazionale tra Istituzioni, aziende e professionisti ucraini e quelli del territorio.

Il successo si deve all’innovativa formula di questo Country Workshop, con un confronto che si è sviluppato tra i numerosi partecipanti su più livelli: quello istituzionale, quello aziendale e quello professionale.

Per l’occasione, infatti, a Taranto è giunta una nutrita delegazione ufficiale ucraina che, guidata da Kostiantyn Gura, Viceministro per l’Energia della Ucraina, e da Viktor Hamotskyi Console Generale dell’Ucraina a Napoli, era formata da rappresentanti istituzionali, tra questi anche Sindaci di città ucraine, imprenditori e rappresentati del mondo professionale.

La presenza di una così ampia e qualificata delegazione in una città del Meridione, una novità per il nostro Paese, ha rappresentato una tangibile e concreta dimostrazione della volontà dell’Ucraina di instaurare un rapporto di collaborazione con il territorio tarantino.

Dopo che la delegazione ucraina è stata ricevuta a Palazzo di Città dal Sindaco Rinaldo Melucci, la prima giornata del Country Workshop (martedì 17 settembre), tenutasi al Castello Aragonese e nella Sala consiliare della Provincia di Taranto, condotta dal giornalista Walter Baldacconi, direttore di Studio100TV, è servita principalmente a sviluppare un confronto costruttivo tra i partecipanti sulle reali possibilità di costruire un percorso condiviso che, partendo dall’innovazione e dalla competizione, sia in grado di far coniugare la sostenibilità degli interventi con l’investimento sul territorio.

Una prima giornata i cui lavori hanno permesso così ai partecipanti di conoscersi meglio entrando in sintonia, confrontandosi su tematiche di grande rilevanza, come il rispetto dei territori con la salvaguardia del mare e dell’ambiente.

I lavori del Country Workshop si sono aperti in mattinata presso il Castello Aragonese con i saluti istituzionali di S.E. Prefetto di Taranto Antonia Bellomo, cui sono seguiti quelli di Riccardo Ferretti, presidente della Camera di Commercio e Industria Italia Ucraina, che ha sottolineato come gli incontri di questa “due-giorni” tarantina rappresentino una straordinaria opportunità per sviluppare collaborazioni tra l’Ucraina e il territorio jonico, basate su una nuova idea sostenibile del territorio, tale da preservarlo per le future generazioni.

L’Assessore allo sviluppo del Comune di Taranto, Gianni Cataldino, ha poi sottolineato come questo evento si inserisca perfettamente nella direzione degli sforzi dell’Amministrazione comunale per disegnare un nuovo futuro per il capoluogo jonico, diversificandone l’economia rispetto alla passata monocultura industriale.

Gianni Azzaro, consigliere nazionale ANCI e consigliere comunale di Taranto, ha poi evidenziato come il partenariato pubblico-privato possa costituire una concreta possibilità di “nuova economia” per i Comuni coinvolti, con imprese e professionisti accomunati dall’obiettivo della sostenibilità, una strada che l’ANCI sta percorrendo da tempo. All’’incontro, infatti, tra gli altri erano presenti Sindaci di città ucraine, nonché Luca Lopomo, Sindaco di Crispiano, e Francesco Andrioli, Sindaco di Statte.

Quella dell’ANCI è un’impostazione condivisa da Francesco Iovino, Vice Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, a Taranto per valutare la possibilità di sviluppare partnership con l’Ucraina, nel solco di un gemellaggio tra il Consorzio Mari di Taranto e il capoluogo partenopeo.

Antonio Melpignano, presidente Consorzio Mari di Taranto, si è detto felice di esser riuscito, grazie alla Camera di Commercio e Industria Italia Ucraina, a portare a Taranto una delegazione dell’Ucraina con cui le Istituzioni, le aziende e i professionisti del nostro territorio potranno sviluppare importanti collaborazioni, un nuovo successo per il Consorzio Mari di Taranto che nello scorso autunno aveva portato nel capoluogo jonico una delegazione diplomatica dell’India.

«Noi del Consorzio Mari di Taranto – ha detto Antonio Melpignano – crediamo che eventi come questo Country Workshop rappresentino, anche grazie alle sessioni di incontri B2B, straordinarie occasioni per sviluppare nuove collaborazioni a tutti i livelli».

Anche Kostiantyn Cura, Viceministro per l’Energia della Ucraina, e Viktor Hamotskyi Console Generale dell’Ucraina a Napoli, hanno affermato che sussistono tutte le condizioni affinché questo Country Workshop possa rappresentare l’inizio di un cammino comune che porti a collaborazioni che interessino più livelli.

Di taglio più “operativo” la seconda giornata (mercoledì 18 settembre) in cui, nell’elegante cornice del Mon Reve Resort, si sono tenuti numerosi incontri B2B per sviluppare concretamente le partnership; sono stati così organizzati tavoli tematici con rappresentanti istituzionali e stakeholder dii vari settori: dall’energia al mondo professionale, dalla cultura alle professioni.

Nell’occasione si sono confrontati con gli ospiti ucraini, tra gli altri, Antonio Melpignano, presidente Consorzio Mari di Taranto, Riccardo Ferretti e Rosario Sersa, rispettivamente presidente e vicepresidente della Camera di Commercio e Industria Italia Ucraina, Vittorio Tomaselli, presidente di Sistea del Consorzio Mediterraneo, il segretario UIL Taranto Giancarlo Turi, Luca Lopomo, Sindaco di Crispiano, il consigliere nazionale ANCI e consigliere comunale Gianni Azzaro, Massimo Prontera, Presidente Ordine degli Architetti di Taranto,  Antoniovito Altamura, Vicepresidente Ordine Avvocati Taranto, e Francesco Iovino, Vice Sindaco della Città Metropolitana di Napoli.

Nell’occasione sono stati sottoscritti numerosi accordi di partenariato e MoU (Memorandum Of Understanding) tra i partecipanti, un risultato che ha confermando il successo dell’innovativa formula di questo Country workshop. 

Solo per citare un settore, il vicepresidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, Antoniovito Altamura, ha avuto la possibilità di dialogare qui nel capoluogo jonico con  Yarash Zoya, il Presidente UAA, in pratica il CNF ucraino, ovvero la massima espressione dell’avvocatura ucraina, sottoscrivendo anche con lei un accordo di collaborazione che porterà a un gemellaggio!

Sono stati due giorni in cui si è realizzato uno scambio osmotico tra l’Ucraina e il nostro territorio, due giornate in cui due “culture”, molto più simili di quanto si possa immaginare, hanno iniziato a conoscersi e ad apprezzarsi, instaurando un rapporto basato sul “rispetto”, autentico valore aggiunto in grado di cementare le numerose partnership avviate in questi giorni.

Ora la comunità dovrà “ricambiare” la visita recandosi in Ucraina, per poter conoscere ancora meglio la cultura di questo straordinario Paese che, con un incredibile tasso di crescita del PIL, a breve dovrebbe aderire all’Unione Europa.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa