Politica

Taglio dei parlamentari, la Camera approva: un risparmio da mezzo miliardo

Roma, 9 Maggio – Finalmente il taglio delle Poltrone. Dal “Blog delle 5 Stelle”, una notizia che smuove la Politica Italiana, e che sconvolgerà sicuramente chi ha interessi a non cambiare il numero dei parlamentari. Ebbene, oggi la Camera ha approvato il taglio delle poltrone del Parlamento da 945 a 600, ben 345. Tale proposta di legge costituzionale che taglia il numero di Senatori e Deputati è stata votata con larga maggioranza con i 310 voti, sostenuti da M5S, Lega, Fi e Fdi. Mentre i no sono stati 107, prodotti da PD, Leu, +Europa, Civica Popolare.

Infine 5 sono stati gli astenuti del NcI.L’Aula di Montecitorio ha confermato il testo avallato dal Senato. Questa tornata rappresenta la prima delle due letture conformi previste dalla Costituzione per le modifiche della Carta. La seconda lettura potrà solo approvare o bocciare il testo senza possibilità di modifiche. Dalla sede dei Pentastellati, v’è contentezza per quanto accaduto, dopo le tante cose buone fatte fino ad oggi, dall’abolizione dei vitalizi agli ex senatori, ex deputati ed ex consiglieri regionali, alla sforbiciata alle pensioni d’oro.

La nota dolente, sostiene il M5S, sta nel fatto che il PD di Zingaretti, nato per cambiare le cose, attraverso questo voto negato alla proposta, ha confermato di essere un partito legato alle poltrone ed ai privilegi nonché di negare ai cittadini un risparmio di cinquecento milioni di euro. Inoltre, con le due proposte indecenti, come quella di prelevare 90 milioni dalle tasche degli italiani per metterle nelle casse dei partiti, e quella di aumentare a 19000,00 lo stipendio dei parlamentari italiani per equipararli a quelli europei, il Pd ha veramente dimostrato il suo attaccamento ai reali problemi del popolo. Dal “Blog dei 5 stelle”, ancora elogi per il Governo, che in 11 mesi sta onorando la fiducia dei cittadini.

Questa, della riduzione dei parlamentari, è stata da sempre una battaglia del Movimento ed è uno dei punti del Contratto di Governo. Così facendo, infine, i Senatori diventeranno 200, mentre i Deputati 400 e si avrà un funzionamento delle Camere più efficiente e celere, con un netto risparmio di danaro pubblico è stata votata con larga maggioranza con i 310 voti, sostenuti.

 

Andrea Montanino

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print