Attualit

Sviluppo Industriale: presentato a Gaeta il libro di Giosy Romano “Cinquanta anni di Asi Napoli”

Gaeta, 28 Aprile – Si è tenuta questa mattina a Gaeta (LT), nell’ambito del Med Blue Economy, la presentazione del libro del presidente della CISE (Confederazione Italiana Sviluppo Economico) e del Consorzio Asi Napoli Giosy Romano “Cinquanta anni di Asi Napoli. Una storia di sviluppo industriale”.

All’incontro hanno partecipato Salvatore Forte, presidente del Consorzio Industriale Sud Pontino, Antonio Visconti, presidente Consorzio Asi Salerno, Vincenzo Caso, componente di nomina regionale del Comitato direttivo Asi di Napoli, e Raffaela Pignetti, presidente Consorzio Asi Caserta. “Il Consorzio Sud Pontino è un importante patrimonio per l’economia di questo territorio – ha affermato in apertura Salvatore Forte – come dimostra il successo del Med e va tutelato ad ogni costo”.

“Le Asi sono portatrici di uno specifico patrimonio di conoscenze, competenze e progettualita’ – ha evidenziato Antonio Visconti – decisive per il rilancio di una politica industriale efficace in Italia in generale e nel Mezzogiorno in particolare”.

“Stiamo costruendo un’importante sinergia insieme agli altri partner Asi – ha dichiarato Raffaela Pignetti – che rende la nostra capacita’ di interlocuzione con il governo e di investimento molto più significativa. Ora è il momento di spingere sui servizi alle imprese, soprattutto in termini di infrastrutture”.

Vincenzo Caso, nel sottolineare la centralita’ attribuita dalla Regione Campania al sistema Asi e il rinnovato ruolo dei consorzi in termini di pianificazione urbanistica, di riconversione ecosostenibile degli agglomerati industriali e di infrastrutturazione logistica per offrire alle imprese l’indispensabile supporto alle loro attivita’, ha rimarcato come “la creazione di CISE, la Confederazione che comprende i consorzi Asi di Napoli e Caserta e il Consorzio Sud Pontino, sia stata un’intuizione lungimirante, da cui ci attendiamo risultati decisivi per il nostro territorio”.

“Ricostruire la storia del sistema Asi in generale, e di quello napoletano in particolare – puntualizza Giosy Romano – significa ripercorrere il processo di industrializzazione del Mezzogiorno nel secondo Dopoguerra, riflettendo sulle strategie messe in atto nel passato e sul nuovo ruolo che i consorzi potranno rivestire nel futuro”.

“Innanzitutto è importante che la Regione Campania abbia riconosciuto alle Asi una funzione strategica nell’ambito della realizzazione delle Zes (Zone Economiche Speciali), ma la nostra grande scommessa è quella di rendere CISE, in collaborazione con la Cassa Deposititi e Prestiti, il soggetto attuatore nell’utilizzo dei fondi europei non spesi dalle Regioni”, ha concluso Romano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print