Cronaca

Spagna in lacrime, Julen non ce l’ha fatta: trovato morto il bimbo caduto nel pozzo

Malaga, 26 Gennaio – Non ce l’ha fatta il piccolo Julen, il bambino caduto in un pozzo a Totalan, nei pressi di Malaga in Spagna. La tragica notizia si è diffusa intorno alle 3 con un tweet della Guardia Civil, quando si è avuta certezza del decesso. Il drammatico epilogo dopo oltre 13 giorni di scavi a Totalan,sintetizzato nel tweet  dei soccorritori: «Disgraziatamente… nonostante tanti sforzi da parte di tanta gente, non è stato possibile…#RIPJulen», ha twittato la Guardia Civil, rivolgendo ai familiari «le più sincere condoglianze».

Nelle ore precedenti la tragedia, si era accesa una piccola speranza: i soccorritori  sono riusciti a raggiungere il punto dove si trovava il piccolo, ad oltre 100 metri sotto terra. Gli otto uomini della Brigada de Salvamento Minero de Hunosa, la squadra di minatori specializzata in salvataggi impossibili, avevano cominciato a lavorare nella galleria, nel pomeriggio di giovedì. Il lavoro è stato laborioso anche perché i minatori — che respiravano il loro stesso ossigeno, rimesso in circolo grazie a bombole speciali che lo depurano dall’anidride carbonica — scendevano in fondo alle viscere a due a due, nella capsula speciale creata per il tunnel. L’ultimo tratto è stato particolarmente duro, per la presenza di grosse rocce, che alla fine sono state fatte saltare con delle piccole cariche esplosive. Tutto è stato vano, senza risultati la corsa contro il tempo per salvare il piccolo Julen. Terribile lo strazio del papà dopo la caduta: “L’ho rincorso, ma lui era già finito nel buco e piangeva”. Appena appresa la notizia del bambino, colto da un malore, è stato soccorso da una ambulanza che si trovava fuori dal pozzo. 

La vicenda che ha scosso e commosso l’Europa ha inizio domenica 13 gennaio quando un turista che sta facendo tracking nelle campagne di Totalan, lancia l’allarme per la scomparsa di un bambino. La famiglia è sotto shock: vedono Julien cadere nel pozzo mentre sta giocando. Da quel momento comincia una corsa contro il tempo per salvarlo.

Terribile il destino dei genitori del piccolo Julen che ancora una volta si accanisce senza pietà, distruggendo le loro vite:  nel 2017 hanno perso un altro figlio di 3 anni, morto improvvisamente mentre passeggiava con loro sulla spiaggia.

  La Guardia Civil ha aperto una inchiesta per chiarire come sia  stato possibile che un bambino di appena 2 anni sia finito nel pozzo. Il Comune di Malaga osserverà tre giorni di lutto in onore di Julen: lo ha reso noto in un tweet il sindaco della città, Francisco de la Torre. Alle 11:00 di oggi il Comune ha osservato un minuto di silenzio.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print