Politica

Sisma Ischia, Di Scala (FI):”De Luca boccia l’ufficio regionale di coordinamento della ricostruzione e il figlio la propone a Roma. Vergogna”

Napoli, 8 Novembre – “Che fine ha fatto l’Ufficio di Coordinamento strategico regionale per razionalizzare la ricostruzione post-sisma di Ischia che ho chiesto con un preciso ordine del giorno approvato il 1 agosto 2018 e annunciato come imminente poi dal governatore De Luca? Oggi il governo regionale sostiene che con l’incarico e le funzioni attribuite successivamente al Commissario nominato dal Consiglio dei ministri questo ufficio è inutile, un ‘ufficetto’. E allora, al di là dell’assoluta ininfluenza del governo regionale su quello nazionale, perché i deputati Pd Piero De Luca, Lello Topo e Paolo Siani, qualche giorno dopo una mia interrogazione di due settimane fa, hanno proposto un emendamento al decreto Genova che è l’esatto copia e incolla di quanto ho chiesto l’anno scorso? Chi gliel’ha suggerito? IL padre al figlio?”. Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia Maria Grazia Di Scala a margine del question time di oggi nel corso del quale ha interrogato il governo regionale per sapere le ragioni per le quali il governo regionale non ha dato seguito all’istituzione dell’Ufficio di coordinamento strategico regionale per la ricostruzione dei comuni di Ischia colpiti dal terremoto del 21 agosto 2017.

“Quest’ufficio approvato all’unanimità dal consiglio regionale – ha sottolineato la consigliera Di Scala – non si sovrappone affatto alle funzioni del commissario straordinario ed è a garanzia della razionalizzazione degli interventi post-sisma”. “A questo punto il governatore De Luca, il Pd o chi per loro spiegassero perché, offendendo peraltro l’intelligenza dei terremotati di Ischia, hanno presentato sotto forma di emendamento al decreto terremoto una norma che è esattamente quello che ho proposto più di un anno fa”. “Avessero il coraggio di confessare – conclude l’esponente di Forza Italia – che come al solito l’unico motivo reale è quello di dover mettere, a costo di sprechi enormi e intollerabili disagi e perdite di tempo, il cappello dappertutto”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa