Comunicati

Segreteria Generale FSI: Iscritto al ruolo il ricorso alla Corte di Appello, il circo sta per finire

Napoli, 21 Aprile – Qualcuno già nel mese di marzo del 2016 annunciava che le pulizie di primavera erano quasi ultimate e che presto ci saremmo sciolti come neve al sole.

E’ passato oltre 1 anno e siamo ancora qua, a combattere affinché la democrazia all’interno della FSI possa trionfare, mentre il falso profeta è rimasto con il grembiulino addosso e la scopa in mano (o in altro posto utile alla sua collocazione) dato che la torrida estate 2016 è passata, ma ahimè per lui, non solo la neve non si è sciolta ma è mutata in un solido ghiacciaio.

E dato che la fanfaronica propaganda igienizzante non ha funzionato, adesso il sempre falso (anzi sempre più falso) profeta ha indossato i panni dello sceriffo dalla stella di latta e testualmente si esprime con un lapidario “… IN NOME DELLA LEGGE, comandiamo a tutti gli Ufficiali Giudiziari… ed a tutti gli Ufficiali della Forza Pubblica …

Chissà perché, ma le parole ci ricordano qualcuno la cui avventura si concluse con una ingloriosa esposizione a testa in giù nel 1945 a piazzale Loreto 5 anni dopo aver arringato (era il 10 giugno del 1940) verso i Combattenti di terra, di mare e dell’aria   e informava che “la dichiarazione di guerra è già stata consegnata agli ambasciatori …

Magari, nel tentativo di emulazione e conformemente alla megalomania che lo contraddistingue avrà accostato la dichiarazione di guerra alla notifica farlocca e gli ambasciatori coi direttori generali.

L’evidente stato confusionale è comprensibile, per chi ha preso consapevolezza di avere ormai perduto il carisma dei tempi che furono.

Anche i contenuti deliranti dei vari comunicati, evidenziano un individuo dissociato dalla realtà, dove vuole imporre ancora una volta la propria presenza, con un’affannosa e devastante attività che mette in ridicolo la nostra organizzazione, come un giullare nel proprio circo tenta di accattivarsi i sorrisi degli spettatori disinteressati.

Al ridicolo non c’è fine, tanto che si sostituisce alla corte di appello di Roma per dichiarare che il nostro ricorso contro quella ridicola sentenza (non esecutiva) è stato rigettato, NULLA DI PIU’ FALSO, il ricorso è stato iscritto regolarmente al ruolo generale con il numero 2374/2017 per le gravi violazioni commesse.

Il Suo tempo è finito, noi continueremo a lavorare per la nostra FSI e non per la famiglia di qualcuno, ormai onnipresente in cielo, in terrà e in ogni luogo.

 

 

SEGRETERIA GENERALE FSI

 


Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa