Comunicati

Scuola, L. Esposito:”Esodo docenti, volere è potere!”

Mariglianella, 22 agosto 2016 – Nonostante le diverse manifestazioni, sit-in e cortei, la mozione presentata dal gruppo M5S Regione Campania, la dura e costante battaglia in Parlamento da parte del M5S, le segnalazioni e richieste di intervento inviate all’ANAC di Cantone, l’ncontro con Oddati (delegato dal Presidente De Luca) ad oggi tutto tace…a tutti i livelli istituzionali…!!!

La Regione Campania non può comportarsi come i sindacati, Renzi e la Giannini, non se ne può lavare le mani.

DEVE rispondere con i fatti e intervenire urgentemente, come hanno già fatto altre Regioni del Sud, per impedire l’esodo illegittimo dei docenti attuato sulla base di un algoritmo impazzito e di  una legge di dubbia legittimità costituzionale, che viola i diritti individuali e la normativa europea sulla dignità del lavoratore.

Una soluzione temporanea esiste ed è rappresentata dalle MIGLIAIA di cattedre costituenti l’organico di fatto, quelle che i docenti “neo assunti” (con 15/20 anni e più di precariato) ESODATI ad agosto al Nord dalla SCHIFORMA “Buona Scuola”, hanno ricoperto per anni.

Una soluzione che può restituire serenità e rispetto ad una categoria di professionisti completamente mortificata, calpestata e mercanteggiata, e allo stesso tempo concedere 12 mesi in cui rivedere e modificare le innumerevoli imperfezioni ed e/orrori contenute nella cosiddetta “Buona Scuola” e relativi algoritmi dopati.

Qualche dato:

Nell’anno scolastico 2014/2015 , l’USR della Campania ha assegnato sull’organico di fatto, tra cattedre e spezzoni, solo per il sostegno ben 14.958 incarichi annuali, di cui 1.397 per l’infanzia, 5.231 per la primaria, 4.311 per la secondaria di I grado, 4.019 per la secondaria di secondo grado.

Per la primaria 73.841 solo di posti comuni.

Spetta alla  Direzione Regionale  di Napoli (ai sensi dell’art. 1,  commi 5 e 6, del CCNI) stabilire il quadro complessivo delle disponibilità sui posti dell’organico dell’autonomia e di quello di fatto, secondo i criteri e le modalità definiti dalla contrattazione decentrata regionale (e quindi dagli accordi stipulati a livello regionale con le organizzazioni sindacali, art.3 comma 1,del CCNI).

Pertanto, stamane, al Vicario del Prefetto di Napoli è stato richiesto, in qualità di delegazione Docenti Campani, cui ho preso parte, quanto segue:

TUTTI I DOCENTI delle SCUOLE di OGNI ORDINE e GRADO,

                           CHIEDONO

Che la prefettura fissi un incontro nelle prossime ore tra direzione regionale e sindacati per utilizzare i docenti esodati sull’ organico di fatto integrale, utilizzando il numero di cattedre dello scorso anno scolastico.

Il Vicario si è impegnato a trasmettere quanto di dovere ai fini della convocazione di un tavolo di lavoro già nelle prossime ore.

Confidando nella celerità e disponibilità di tutte le componenti preposte ed invitate, questa volta i SINDACATI provino a rispettare per davvero chi rappresentano, dando disponibilità alla partecipazione e, poi, volontà a risolvere il grave disagio procurato a tutti i docenti, genitori e cittadini del Sud Italia.

In ogni caso, abbiamo richiesto, di partecipare quali uditori al tavolo ufficiale di lavoro….vedremo…!!!

VOLERE È POTERE, ora mettesse almeno una toppa chi ha la facoltà ma soprattutto il dovere di farlo ad una vicenda che è paradossalmente tragica per una molteplicità di aspetti, fattori e responsabilità.

 

 

 

 

Arch Leopoldo Esposito

Portavoce Comunale M5S

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa