Comuni

Scisciano, presentata “la forza delle donne” nella giornata contro la violenza di genere

Scisciano, 27 nov. –  Si è tenuta sabato 25 novembre, nella cornice della chiesa San Giovanni Battista in piazza XX Settembre, la manifestazione “la forza delle donne”. La manifestazione organizzata dall’Assessorato alle politiche sociali del comune di Scisciano, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, è stata un’occasione per riflettere e sensibilizzare la comunità su un fenomeno ormai dilagante. Un viaggio breve, ma inteso nel mondo delle arti affidato ad un coro tutto al femminile, quello di giovani e talentuose donne della nostra realtà locale. Tra le voci di questo meraviglioso coro: Nunzia Franzese che, ha egregiamente condotto gli spettatori nel mondo della poesia; la strepitosa voce della bravissima Giulia Olivieri che, con le sue performances canore, ha letteralmente stregato il pubblico presente; Maria Teresa Sgueglia, pittrice ed autrice di quattro meravigliosi quadri che hanno fatto da cornice all’intera manifestazione. Le sue opere ispirate alla natura, ma principalmente alle donne alla lo ro forza che affonda le radici nella terra diventando alberi solidi ed imponenti. Dopo aver vissuto un’esistenza segnata da dolori con occhi immensi osservano, guardano, amano piangono ed urlano, ma restano sospese tra natura ed emozioni senza perdere la loro femminilità’; la prof.ssa Patrizia Di Gennaro che ha presentato in maniera egregia una delle donne e pittrici divenute simbolo del femminicidio: Artemisia Gentileschi, pittrice di scuola caravaggesca, vittima di violenza quando era ancora un’adolescente. La giovane artista ha fatto di quella brutale violenza la sua forza, trasformando quell’episodio in nuova linfa creativa ed inaugurando una nuova e strepitosa fase della sua carriera artistica; Laura Mucerino, neolaureata in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, che ha presentato il prodotto finale della sua tesi. Si tratta di una scultura sonora denominata “Madame Arfem persa nello spazio “ed è il frutto di un lavoro sperimentale, realizzato e progettato dall’artista grazie anche alla collaborazione del fabbro sciscianese Aniello Falco. Questa strana donna smarrita nello spazio, prende il nome dai materiali con cui è stata realizzata Acciaio, Rame e Ferro (Arfem appunto). Una creazione originalissima che rivela tutto il talento di questa giovane artista.

Un messaggio positivo quello che, con questa iniziativa, ha voluto lanciare l’assessore Napolitano: “è la forza delle idee, del coraggio, della creatività e del riscatto femminile l’unica vera risposta alla violenza. Un pensiero speciale va a tutte le donne vittime di violenza, in ricordo delle loro vite spezzate abbiamo voluto esporre un drappo di colore rosso sulla casa comunale. Un gesto simbolico, ma carico di significati profondi”.

A fare gli onori di casa il primo cittadino prof. Edoardo Serpico, che ha ribadito la necessità per qualsiasi società civile di gridare con forza il proprio NO a qualsiasi discriminazione e forma di violenza.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print