�
Comuni

Scisciano, nell’antico Borgo di San Martino ritorna la Sagra della “P’zzetta ‘e Vino Cuotto” con la XX Edizione

Scisciano, 6 nov. – Si accendono i riflettori sulla XX Edizione della Sagra della “P’zzetta ‘e Vino Cuotto”. Nei giorni 11-12-13 Novembre, nell’antico Borgo di San Martino di Scisciano in provincia di Napoli, il Circolo Polivalente, in occasione della festa patronale di San Martino da Tours, organizza una delle sagra più antiche e particolari dell’agro nolano.

Il piccolo, affascinante Borgo di Scisciano rende omaggio al vino novello, riportando in vita le antiche tradizioni gastronomiche della cultura contadina, custodite gelosamente e tramandate con sapiente abilità.

Nei vicoli e nei cortili del suggestivo Borgo, ritorna il gustoso appuntamento con la Sagra che da sempre esalta le antiche tradizioni della cultura culinaria locale. Spasmodica è l’attesa per la regina incontrastata della manifestazione: ‘a p’zzett ‘e vino cuotto. Di sicuro una delle espressione più genuine della cultura sociale ed alimentare sciscianese che segue un lungo e complesso processo storico, arricchito dalle preziose e uniche ricette degli antenati, e portato avanti con scrupolosa attenzione, ottemperando, nelle delicate fasi di preparazione, i dettami della tradizione contadina.

L’antichissima Pizzetta di vino cotto segue, appunto, delle procedure di preparazione complesse. Gli ingredienti tipici, suggeriti della tradizione, sono il mosto di vino bollito, le mele cotogne, la zucca, gli aromi naturali, i gherigli di noce sminuzzati e la semola di farina. Poi c’è la fase della cottura a forno, e qui entra in gioco la sapiente mano della rigorosa tradizione autoctona, tramandata sin dai tempi più antichi. Il risultato finale è ovviamente un prodotto unico nel suo genere: la sublime esaltazione  di una genuinità salutare e raffinata, dal sapore inconfondibile e straordinario.

“La Sagra – ci riferisce il presidente del Circolo Polivalente San Martino Enzo Nava –  ha tagliato il nastro delle venti edizioni, in tutti questi anni siamo cresciuti davvero tanto. La nostra è una manifestazione che oramai è conosciuta nell’intera regione Campania, tutto questo ovviamente grazie alle straordinarie peculiarità della P’zzetta ‘e vino cuotto, dolce tipico tradizionale contadino, fatto utilizzando da sempre frutti stagionali.

La cosa particolare è che un tempo veniva usato come dolce natalizio oppure offerto dai nonni quando la loro casa si riempiva della gioiosa esuberanza dei nipotini. L’intento della nostra associazione è stato dunque unanime: valorizzare un prodotto delle nostre antiche tradizioni e farlo conoscere alle nuove generazioni.

A dire il vero siamo orgogliosi del fatto di essere riusciti con pazienza e grandi sacrifici, a rispolverare un qualcosa di così prezioso, oramai dimenticato da tutti. Grazie al nostro esempio, adesso c’è tanta gente sul territorio, soprattutto esperti della tradizione, che ha ripreso a produrlo anche a fini commerciali. Siamo orgogliosi di avere valorizzato una preziosa ricchezza come a p’zzetta che quest’anno – mi lasci dire –  ha raggiunto un’altissima qualità. Basti pensare che abbiamo lavorato un quantitativo di circa venti quintali di uva e per raggiungere una qualità eccelsa, come quella ottenuta, è sempre un’impresa molto difficile, soprattutto quando si lavorano grossi quantitativi. Sono certo che i nostri affezionati visitatori  – conclude Enzo Nava – rimarranno piacevolmente colpiti dall’alta qualità della p’zzetta ‘e vino cuotto!”

 

Oltre ai genuini sapori del vino novello e alla P’zzetta e vino cuotto, protagonista incontrastata delle tre serate, all’interno della Sagra saranno attivi gli stend gastronomici dedicati ai buongustai e ai palati fini. I raffinati intenditori del gusto avranno, senza ombra di dubbio, l’imbarazzo della scelta.

Partiamo dai primi piatti: penne alla boscaiola, ziti spezzati al ragù oppure pasta e patate sfritte.

Vasta la scelta delle seconde pietanze: Baccalà fritto con papaccelle, porchetta di ariccia, salsicce e friairelli, hamburger con provola, la tradizionale pizza fritta e il gustoso cupputiello di alici fritte.

Castagne, dolci e vino novello completeranno il quadro di un menù ricco e variegato.

 

 

L’attesa kermesse avrà inizio Venerdì 11 Novembre alle ore 19.30 con l’apertura degli stand gastronomici e la prima esilarante e umoristica rappresentazione de “’O Pazzariello”, interpretato dal brillante Peppe Napolitano (Goldrake) accompagnato dalla sua band.

La serata proseguirà (ore 20.00) con le Tammurriate, Tarantelle, Canti Popolari, Stornelli e Pizziche del gruppo di musica popolare Ya Sona e Basta.

 

 

Sabato 12 Novembre, il programma della manifestazione prevede alle 19.30 l’animazione e gli spettacoli dedicati ai bambini. Infine alle ore 20.00, l’Associazione Pan\Polis di Marigliano presenta l’interessante rappresentazione “Al Rogo al Rogo!”, drammatizzazione storica per la regia e sceneggiatura di Alberto D’Angelo. La rappresentazione condurrà i presenti alla scoperta di tempi lontani e bui ma al contempo pieni di mistero e di fascino.

 

Domenica 13 Novembre alle ore 9.30, Il Circolo Polivalente San Martino in collaborazione con l’Associazione Pan\Polis di Marigliano, la Pro Loco di Cicciano, i Trombonieri “S. Anna” di Cava dei Tirreni e gli Sbandieratori di Sessa Aurunca, presentano il “Corteo Storico e la Sfilata in Abiti d’Epoca”.

Una sfilata, dunque, ricca di fascino e magia. Immersi nelle atmosfere del Borgo sciscianese, alla presenza di figuranti in abiti d’epoca, si assisterà all’arrivo della Regina Giovanna II d’Angiò, accompagnata dal suo fido capitano di ventura Eraccio da Montone. Infine l’incontro con i nobili locali che in segno di ospitalità e di devota appartenenza offriranno alla Regina le prelibatezze dei “musti dulcia”, secondo le antiche consuetudini contadine.

La serata domenicale della Sagra continua alle ore 19.30 con l’apertura Area animazione\ spettacoli per i più piccoli. Infine alle ore 20.00 i cantori popolari.

 

 



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa