Comuni

Scisciano, Lavori “Ponte Spartimento”. Consigliere Iovino:”Doveroso l’intervento di Città Metropolitana per l’adeguamento di una strada strategica per la sicurezza dei cittadini”

Scisciano, 4 Settembre – Oggi, lunedì 4 settembre, hanno avuto inizio a Scisciano, i lavori di adeguamento via Spartimento-via Cupa di Nola, in particolare nel tratto cosiddetto “Ponte dello Spartimento”, alla luce della sinergia tra Città Metropolitana e Comune di Scisciano. Così come si prevedeva, giornata di gran caos con traffico sostenuto e incertezza da parte di molti cittadini del territorio nel percorrere eventuali tragitti alternativi.

 Erano anni che si progettava di ampliare e mettere in sicurezza l’intersezione stradale, in prossimità del ponte, che rappresentava fino a ieri, una grave situazione di pericolo per la pubblica incolumità di un ampio territorio dell’hinterland vesuviano.

La proposta è partita nel 2015 su emendamento del consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Francesco Iovino, che chiedeva un adeguamento necessario e urgente in quanto la Strada, via di collegamento con la SS: 268 dei Paesi Vesuviani, è una fondamentale via di fuga in caso di calamità naturali ed eventi alluvionali.

Il consigliere Francesco Iovino, sostenitore da sempre della messa in sicurezza di un tratto stradale estremamente importante, con un alta densità di traffico giornaliera, ha ritenuto che la città Metropolitana dovesse dare priorità a tale tipo di intervento. “L’appello per l’adeguamento di una strada strategica che non poteva più essere al limite della sicurezza – dichiara Iovino –  è stato immediatamente recepito anche dal sindaco di Scisciano con l’appoggio del sindaco De Magistris e dei suoi consiglieri. Il progetto è stato realizzato dalla Città Metropolitana con l’ingegnere Bardozzo e prevede il trasferimento di circa 250.000,00 euro al Comune di Scisciano a titolo di contributo straordinario con vincolo di destinazione per i suddetti lavori di miglioramento della sicurezza stradale”.

Il 2015 è stato un anno difficile politicamente, dove ci fu uno scontro tra l’assegnazione delle deleghe ai consigliere da parte del sindaco metropolitano ed i partiti. ” Accettai le deleghe avvicinandomi al sindaco, perché ritengo che la buona politica, la politica dei territori, non può pregiudicare iniziative così importanti” –  conclude Iovino.

 Presto i cittadini potranno apprezzare la politica del fare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print