Comunicati

Scisciano, chiusura Isola Ecologica: interpellanza del Gruppo consiliare “Scisciano Bene Comune”

Scisciano, 23 Febbraio – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dei consiglieri del Gruppo “Scisciano Bene Comune” che investe la questione della chiusura dell’Isola Ecologica. I consiglieri del gruppo di minoranza propongono sulla problematica una seconda interpellanza (Prot n°11\19) ex art.21 c.3 Reg. Comunale, indirizzata contestualmente al sindaco di Scisciano Edoardo Serpico e all’assessore all’Ambiente Massimo Napolitano.

“I sottoscritti consiglieri del gruppo “Scisciano Bene Comune”, facendo seguito all’interrogazione prot. 06/18 del 20 settembre 2018, chiedono di conoscere l’attuale stato del problema relativo alla chiusura dell’isola ecologica ed in particolare i tempi che si prevedono  per la sua definitiva soluzione.

Nella nota in discorso il gruppo “Scisciano Bene Comune” evidenziava, fra i tanti inconvenienti,  il pericolo  che il prolungato  periodo di chiusura del sito di raccolta, avrebbe potuto  innescare una tendenza a disfarsi dei rifiuti in modo illegale  con il loro abbandono  in zone del paese poco  sorvegliate provocando immaginabili negative conseguenze di carattere ambientale con inevitabili ricadute sulla salute dei cittadini.

L’assessore all’ambiente nella risposta fornita nel consiglio comunale  del 22 ottobre 2018 otre ad indicare i motivi che avevano comportato il sequestro giudiziario dell’area destinata ad isola ecologica, cioè una pessima ed illegale gestione della stessa, ipotizzava “ il ripristino e la rimessa in esercizio del Centro di Raccolta Rifiuti Intercomunali, tenendo conto dell’iter burocratico,

per il  31 dicembre 2018”.

Fatto sta che ad oggi i cittadini di Scisciano si trovano ad affrontare le stesse difficoltà che questo gruppo di opposizione aveva previsto ed evidenziato tempestivamente mesi fa.

A questo disagio si aggiunge il fatto che la società GEMA, indicata dall’assessore come consorzio incaricato del ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti e i RAEE  (rifiuti speciali) nel periodo di crisi, di fatto non ha mai soddisfatto le richieste di intervento adducendo paradossalmente come scusante proprio l’indisponibilità dell’isola ecologica.

Restiamo in attesa di urgente risposta in sede consiliare e per iscritto come previsto dal Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale art. 21 c.5”.     

Per il Gruppo Consiliare “Scisciano Bene Comune”

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print