Comuni

Scisciano, aumento Tari e nuovo Gruppo consiliare. Il sindaco Serpico:”Incoerenti le dichiarazioni di Ambrosino. La verità prima di tutto!”

Scisciano, 6 Aprile – Monta la polemica a Scisciano tra maggioranza e la nuova opposizione consiliare. Non tarda ad arrivare infatti la risposta del primo cittadino Edoardo Serpico che attraverso i social risponde al consigliere di minoranza Raffaele Ambrosino che nei gironi scorsi, con alcune dichiarazioni rilasciate e pubblicate dalla nostra testata, aveva manifestato tutto il suo disappunto per l’aumento della Tari (pari al 16%) – la tassa comunale di smaltimento dei rifiuti urbani –  stabilito durante l’ultimo Consiglio Comunale del 25 marzo. “Ci si sarebbe aspettati, a fronte dell’aumento – dichiara Ambrosino –  la programmazione di prestazioni aggiuntive e/o migliorative rispetto al servizio che, invece, resta sempre lo stesso.
Peccato, SCISCIANO, SENZA il POTENZIAMENTO della raccolta DIFFERENZIATA e di riciclaggio dei rifiuti -politiche che determinerebbero la riduzione dei costi e delle tariffe, con possibilità di ulteriori sbocchi occupazionali- PERDE un’IMPORTANTE OCCASIONE di crescita e sviluppo!”.

Particolarmente dura la risposta del sindaco di Scisciano che pone l’accento sull’indispensabile dovere, per chi occupa un incarico istituzionale, di raccontare sempre le cose come realmente stanno.”La verità prima di tutto – scrive il sindaco Serpico – Raccontarla è un atto di responsabilità politica e morale. Il vero problema oggi – continua il sindaco – è l’incapacità ad essere coerenti, capaci di ubbidire a quella linearità di condotta che dovrebbe contraddistinguere chiunque ricopre un incarico istituzionale.

Assistiamo, invece, ad una serie di dichiarazioni del consigliere Ambrosino che di coerente hanno nulla, ma soprattutto sideralmente lontane dalla verità (vedi costituzione del nuovo gruppo consiliare ed aumento tari)”.

Infine il primo cittadino Edoardo Serpico lancia il guanto di sfida con una proposta ben precisa indirizzata al leader del nuovo Gruppo consiliare NOI INSIEME. “Lo invitiamo ad un confronto pubblico nel quale spiegheremo in maniera circostanziata l’iter (obbligato) che ci ha portato all’aumento della tari e che lo ha portato alla costituzione del nuovo gruppo consiliare”.

Il sindaco Edoardo Serpico, dunque, rompe gli indugi, attaccando frontalmente a testa bassa. Resta da scoprire adesso la prossima mossa del consigliere Raffaele Ambrosino, capogruppo della nuova formazione di opposizione consiliare.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print