Comuni

Scisciano, “A’ P’zzetta ‘e vino Cuotto”: luci, colori e sapori nell’antico borgo di San Martino

Scisciano, 25 Novembre – Il Circolo Culturale di S. Martino, ha organizzato la XXIIIª Edizione della Sagra della ” ‘A P’zzetta ‘e Vino Cuotto”, dolce della tradizione contadina, insignito con il riconoscimento della Regione Campania come prodotto tipico.  Il progetto “A P’zzetta e Vuno Cuotto ed il suo territorio”, nasce pertanto, dall’Associazione Culturale “S.Martino” con la collaborazione di varie realtà del territorio. L’evento programmato per i giorni 9-10 e 11 Novembre, per previsioni meteo  avverse, è stato spostato al 22 – 23 e 24 Novembre 2019 ed ha presentato percorsi di Arte, Spettacolo e Gastronomia. Durante le tre serate della Festa, il borgo antico della frazione di Scisciano si è trasformato in un magico e fantasioso paesaggio con addobbi di luci, colori, tendaggi e pampini autunnali arricchito dai profumi della cucina locale e casareccia.

La specialità della Sagra Sanmartinese è la famosa “Pizzetta di Vino Cotto”, che rappresenta un ottimo derivato del Vino Novello. Essa è l’espressione della cultura sociale ed alimentare Sciscianese, che percorre un lungo processo storico ideato dall’uomo ed arricchito dalle preziose ricette degli antenati. Il progetto “A P’zzett’e vino Cuotto” ha lo scopo di salvaguardare e valorizzare il locale in tutti i suoi aspetti: artistico, immagini, colori, sapori e tanto altro al territorio di Scisciano.. Per il percorso dell’Arte è stato consegnato la IIIª Borsa di Studio “S. Martino: le vie del vino”. Ha partecipato alla Sagra  l’I.I.S. ad indirizzo Raro per la Ceramica e la Porcellana “Caselli – De Sanctis di Napoli, e nei portoni e cortili sono state esposte le opere artigianali di vari artisti tra cui i Lavori artigianali di Ricamo e Cucito della Sig.ra Orto Vincenza. Per lo spettacolo hanno partecipato gli artisti di strada e gruppi di musica popolare e folk nella serata del 22 Novembre,  la Sagra è stata allietata dalla Radio Rocket, Made in Sud.

 Per la Gastronomia c’è stata la collaborazione dell’I.I.S. “Manlio Rossi Doria” di Marigliano. e  nei punti di accoglienza e ristoro sono state gustate, oltre alla deliziosa Pizzetta, le seguenti pietanze preparate al momento dalle mani esperte delle cuoche locali: penne alla boscaiola, pasta e patate sfritte, risotto; panini con salsiccia e porchetta di Ariccia con contorni vari, Carne argentina, baccalà con  papaccelle, patatine fritte e pizza fritta, castagne e dolci, il tutto innaffiato con un buon bicchiere di vino novello.

Il progetto “’A Pzzett ‘e vino Cuotto”, aveva previsto anche una Fiera Locale. Far conoscere il passato, analizzando il presente e una progettazione del futuro con l’unione dell’ Associazione e dalle varie aziende locali, in modo da costituire una vera e propria opportunità per il paese.  L’evento festoso ha riscosso notevole successo per le presenze e la  partecipazione dei visitatori che sono accorsi per assaggiare le delizie della Sagra e per assistere alla musica dei gruppi. La Sagra, grazie ad alcuni fedelissimi tra cui il Presidente Nava Vincenzo e i suoi numerosi collaboratori, è riuscita ancora una volta ad interessare e a piacere al pubblico che ha apprezzato e condiviso la perfetta accoglienza ed organizzazione.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa