�
Comuni

Saviano, Intervista all’ex assessore Francesco Ferrara: “Nessun chiarimento col sindaco”

Saviano – A circa un anno dalle elezioni amministrative del comune di Saviano, Francesco Ferrara, ex assessore e delegato allo sport, ufficializza la sua posizione all’interno del consiglio comunale. Le sue, tecnicamente, non sono dimissioni, ma rappresentano una formale presa di posizione nei confronti dell’attuale maggioranza politica, quella maggioranza di cui faceva parte fino a pochi giorni fa. Almeno formalmente, perché nella sostanza già si era capito che Francesco Ferrara non aveva più condiviso alcune scelte politiche del suo schieramento, complici anche diversi screzi con altri amministratori. Infatti, più di un anno fa, insieme ad altri due esponenti del consiglio comunale, Gregorio Corcione e Michele Caccavale, aveva dato vita al gruppo consiliare “Saviano c’è”: insomma, una sterzata all’immobilismo che pian piano stava prendendo piede all’interno della maggioranza.

Nel post facebook dell’amico Pierluigi Perretta, le ragioni della sua decisione sono perfettamente descritte: Ferrara ha chiarito molti punti rimasti quasi oscuri fino a poco tempo all’intera cittadinanza. Oggi, grazie alla sua disponibilità, voglio spingermi un po’ oltre, nel senso di voler precisare alcune cose, con l’obiettivo di rendere più chiara la situazione.

  • Caro Francesco, un grazie per la disponibilità. Volendo essere molto sintetici, e soprattutto non ripetitivi visto il bellissimo ed esaustivo post dell’amico Pierluigi Perretta, vorrei porti alcune domande. Innanzitutto abbiamo letto dello screzio con un altro esponente di maggioranza: da entrambe le parti non sono sicuramente volati baci e abbracci su facebook, ma per quale motivo? Qual è la ragione che sta alla base di questa contrapposizione? E’ solo politica, o va oltre?

Io ho sempre discusso sul piano politico. Mai su quello personale. E, infatti, la mia critica è rivolta soprattutto alla gestione dei rifiuti: la ditta appaltatrice che non si attiene a ciò che deve fare; nessuna segnalazione nonostante le strade siano sporche; gli automezzi sono assolutamente insufficiente. Anche la gestione degli addetti ai lavori lascia a desiderare: una continua sostituzione di personale non adeguatamente qualificato, senza nessun tipo di formazione prima di mettersi all’opera. Abbiamo segnalato, per ben 4 mesi, la presenza di buste con amianto sul percorso podistico, e sono state rimosse solo dopo tanto tempo. Il mio pensiero è strettamente politico, lui l’ha interpretata come una questione personale, apostrofandomi in malo modo su un social network.

  • A Saviano sei conosciuto da tutti. E tutti ti apprezzano per quello che sei, perché sei lo stesso in tutte le occasioni. E la tua indole, genuina e spesso esuberante, difficilmente si nasconde. E’ accaduto anche nel confronto con qualche cittadino, quando la discussione virtuale è degenerata. L’episodio riguardava i rifiuti depositati all’isola ecologica. Vuoi chiarire la dinamica?

Fino a poco tempo fa ero titolare di un locale, un pub. Nel campo della ristorazione è già abbastanza complicato fare una differenziata come si deve, in più ci sta che dopo una serata condotta a mille, possa scappare qualcosa. Sono stato attaccato per 4 panini, una busta di patatine e un piatto di plastica; sono stato vittima di una cattiveria, manco ci fosse l’amianto o materiale nocivo. Insomma, era uno scoop che doveva farmi passare per il criminale di turno.

  • Il sindaco, in un’intervista, ha detto di non aver avuto modo di chiarire personalmente le ragioni della tua scelta. A distanza di giorni, questo incontro c’è stato?

Nessun incontro, c’è stata solo una telefonata durata 3 secondi, poi il nulla. Il tutto è rimasto senza un chiarimento. Anzi, voglio chiarire che le ragioni della mia presa di posizione sono sicuramente diverse rispetto a quelle indicate dal sindaco, in una recente intervista: nessun motivo riguardante le finanze pubbliche. Ho sempre fatto sport, anche prima di candidarmi, senza nessun compenso o aiuto finanziario.

  • Sei molto restìo a rilasciare dichiarazioni e a stare sotto i riflettori. Hai mai avuto modo di poter illustrare il tuo percorso e il tuo operato politico alla cittadinanza, attraverso qualche canale di comunicazione, come è successo ad altri amministratori?

Non ho mai avuto nessuna possibilità di rilasciare dichiarazioni o esprimere un mio pensiero, nonostante molti mesi fa avevamo proposto una sorta di presentazione del gruppo “Saviano c’è”. Chissà perché, solo dopo la mia presa di posizione di qualche giorno fa, sono stato invitato. Ma adesso sono io a dire no.

  • Insieme ad altri 3 componenti del consiglio comunale, tempo fa, hai presentato una mozione avente ad oggetto l’illegittimità della commissione edilizia. Ci puoi spiegare le motivazioni?

Sulla commissione edilizia dico solo questo: non ne vedo la reale utilità per l’ufficio tecnico, nonostante abbia comunque votato all’inizio della mia esperienza politica. E, non è cosa da poco, al suo interno c’è un grosso conflitto di interessi.

  • Quando non è stata discussa la mozione, il consiglio comunale non si è celebrato, perché l’intera maggioranza si trovava nella stanza del sindaco. Cosa è successo?

Anche io ero presente in quella stanza, ho preso questa decisione per rispetto della mia maggioranza, perché per me è come se fosse una famiglia, e io rispetto le scelte, anche se a malincuore. Non ho eseguito nessun ordine, ma ho solo seguito un consiglio. Ripeto: anche se ho dovuto rinunciare alla mia scelta libera, ho creduto alla maggioranza come una vera famiglia.

  • Della tua esperienza politica, cosa rifaresti e cosa non rifaresti.

Della mia esperienza politica rifarei tutto, perché il mio impegno per lo sport c’è sempre stato, e nel mio percorso politico è stato solo un proseguire ciò che ho sempre fatto. Posso dire di essere soddisfatto, per il carnevale e per lo sport. L’unica cosa che taglierei fuori dalla delega è la gestione delle strutture sportive: troppo spesso sono state attribuite a me delle cose che non mi appartengono, e questo mi ha fatto molto male.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print