Comuni

Sant’Antimo, consiglieri centrodestra:”Scandaloso, famiglie povere con disabili senza assegno di cura da quasi un anno”

Sant’Antimo, 10 Aprile – “Dopo lo scandaloso caso dei dipendenti della cooperativa Confini, da otto mesi senza stipendio, apprendiamo da alcuni cittadini che l’amministrazione Russo non ha neppure provveduto a versare alle famiglie disagiate con disabili o non autosufficienti a carico l’assegno di cura nonostante il consistente acconto trasferito dallo Stato ai comuni a maggio 2018″.
Lo rendono noto i consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di Sant’Antimo (Na) Annarita Borzacchiello, Vito Cesaro, Corrado Chiariello e Innocenzo Treviglio. “Che fine hanno fatto questi soldi? A che sono serviti, perché tutto questo ritardo?“, si chiedono gli esponenti di centrodestra.
“Delle due l’una: o siamo di fronte alla solita incapacità amministrativa oppure sindaco e compagni sono troppo impegnati a curare altri personalissimi interessi, forse qualche incarico a qualche congiunto di un consigliere, o a gestire qualche nuova colata di cemento. Ma lo vedremo presto”, aggiungono.
“E’ intollerabile  – proseguono – che a dover pagare l’indifferenza di un sindaco che oramai ci sta portando inevitabilmente ad un clamoroso dissesto finanziario, a dover cioè subire l’incapacità di un sedicente amministratore al quale peraltro il Viminale ha recentemente sospeso il trasferimento di ben due milioni di euro, siano sempre gli stessi, i meno fortunati, gli ultimi”.
“Queste famiglie, vorremmo sottolineare, non possono attendere oltre, non possono più aspettare i comodi del signor Russo”, concludono i consiglieri di opposizione.
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print