Politica

Sant’Antimo, bimbo vaga per le strade con un joystick tra le mani: denunciati i genitori

Verdi: “Ci chiediamo come possano crescere un figlio, tra l’altro il padre è un delinquente che fa il parcheggiatore abusivo. Intervengano i servizi sociali”

 

 

Sant’Antimo, 21 Febbraio – “Ci lascia basiti la notizia di un bambino di tre anni ritrovato nottetempo a Sant’Antimo dai carabinieri mentre vagava per le strade con un joystick tra le mani. Ci appare inverosimile la versione della porta di casa rotta, raccontata dai genitori che sono stati giustamente denunciati. Il padre del bambino, tra l’altro, è un delinquente che taglieggia le persone facendo il parcheggiatore abusivo. Ci chiediamo come delle persone del genere possano crescere un figlio”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Chiediamo ai servizi sociali del Comune di Sant’Antimo di valutare la posizione del minore. Qualora sussistano i presupposti, si azionino tutte le tutele previste dalla legge a favore del bambino. Non è possibile che i genitori non riescano ad evitare che un figlio di soli tre anni si allontani da casa durante le ore notturne”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print