Comuni

Sant’Anastasia, l’Istituto Comprensivo 2 celebra la “Festa dell’Albero”

Sant’Anastasia, 20 Novembre – “Ama gli alberi…sono come noi…radici per terra e testa verso il cielo…”. Con questa bellissima frase, l’Istituto Comprensivo 2 di Sant’Anastasia ha celebrato oggi la “Festa dell’ Albero”. Alla celebrazione ,nell’auditorium del plesso Morante, gli insegnanti e gli alunni delle classi quinte, con la fattiva collaborazione della docente Funzione Strumentale Continuità, Imma Balestra, hanno coinvolto  il Sindaco Lello Abete, l’Assessore all’Ambiente  Ferdinando De Simone, Antonio Gallozzi di Legambiente Campania , Mimmo De Simone, presidente dell’Associazione Love For Sant’Anastasia, e i genitori.

La manifestazione è stata preceduta da un discorso della Dirigente scolastica, Dottoressa Maddalena De Masi che ha sottolineato come occorra rendere sensibili i bambini all’educazione ambientale richiamando l’attenzione sull’impegno ecologico e ricordando come la  Festa degli Alberi  mantiene inalterato il valore delle sue finalità istitutive rappresentando un importante strumento per creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future che si troveranno ad affrontare problemi ed emergenze ambientali sempre nuovi e su scala globale.

Emozionante l’esibizione dei ragazzi delle classi quinte che ci hanno mostrato il loro viaggio culturale nel mondo degli Alberi tra Mito, Religione e Scienza. Un viaggio di studio alla scoperta del rapporto uomo-natura partendo dalle antiche leggende nella storia del mondo per spaziare tra i grandi protagonisti dell’arte contemporanea, ancora oggi molto studiati e apprezzati. Un’analisi di confronto storico, antropologico ed artistico guidata dal desiderio di indagare più a fondo le bellezze naturali per comprendere quanto sia fondamentale il rispetto e la tutela dell’ambiente.

  Infine hanno piantato una ginestra, simbolo del pensiero filosofico di Leopardi, praticamente il suo testamento spirituale.

La coraggiosa e allo stesso tempo fragile ginestra che si oppone alla lava del Vesuvio e risorge sulla lava pietrificata, e con la fragranza dei suoi arbusti sembra rallegrare queste lande desolate.

“Tuoi cespi solitari intorno spargi, Odorata ginestra”…

 

 

    

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print