Attualita'

SANREMO 2020, Festival della canzone italiana

Sanremo, 6 Febbraio – Continua ad avere successo la conduzione del festival di Amadeus, su di lui non avrebbe puntato nessuno o quasi, ed invece anche ieri sera ha fatto incetta di ascolti, toccando il 53,3% di share, il dato più alto dal 1995, anno in cui conduceva l’inossidabile Pippo Baudo.
Al fianco del conduttore, oltre agli ospiti fissi Ferro e Fiorello, tre donne: la showgirl Sabrina Salerno e le giornaliste Rai Emma D’Aquino e Laura Chimenti.

Sicuro di sé Amadeus, grazie all’ottimo risultato ottenuto durante la prima serata, è apparso rilassato e a suo agio, tanto da lasciare grande spazio all’amico Fiorello che non si risparmia affatto. Sale sul palco vestito da Maria De Filippi e la chiama al telefono per farle annunciare l’inizio dello show, si esibisce con i Ricchi e Poveri, gioca a tennis col campione Djokovic, canta, balla… Ruba la scena e la tiene per tanto tempo, forse troppo secondo Tiziano Ferro, che appare contrariato dal fatto di doversi esibire con un medley dei suoi successi solo a tarda notte.  Anche stavolta, però, non sono mancate le polemiche.
Serata attesa la seconda, che vedrà esibirsi tra i 12 big in gara due personaggi amatissimi dai più giovani, molto meno dagli ascoltatori tradizionalisti: Elettra Lamborghini e Junior Cally.

Proprio il trapper mascherato è stato protagonista della polemica più aspra: i testi, così comuni tra i cantanti del suo genere musicale, sono trasgressivi, violenti, aggressivi. La polemica è cresciuta ancor di più dopo che Jessica Notaro, la cantante e ballerina sfregiata dal suo ex con l’acido, ha affermato in un’intervista radiofonica: “Lui usa la maschera per fare show e idolatrare la violenza, io per rimediare ai danni della violenza subita”. Forse Junior Cally è troppo per essere accettato di buon grado su un palco così importante, più facile guardare la Lamborghini twerkare.
Non solo momenti di polemica per questa seconda serata: tanti  super ospiti ,Gigi D’Alessio e Zucchero, che incendia l’Ariston, i Ricchi e Poveri in splendida forma e meno splendido playback, e momenti di commozione, l’omaggio al compianto Fabrizio Frizzi e la testimonianza di Paolo Palumbo.

Il rapper, affetto da Sla, si è esibito sul palco dell’Ariston con il brano “Io sto con Paolo” e con l’ausilio di una voce elettronica ha raccontato della sua lotta contro la malattia, la necessità di non mollare dinanzi ad essa, il rapporto speciale col fratello e soprattutto l’importanza di continuare a perseguire i propri sogni, nessuno di essi è irrealizzabile.
Non ci resta che aspettare la terza serata, quando i 24 Big in gara si esibiranno nei duetti in omaggio dei grandi classici musicali del passato.

Eleonora Ferrante



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa