Politica

Sanità Regione Campania, Beneduce (FI): Responsabilità dei Direttori generali delle Asl e delle Aziende Sanitarie per la mancata attivazione delle procedure concorsuali – Presentata interrogazione al Presidente De Luca

Napoli, 19 giugno 2017 – “E’ evidente che nel caso dei Facenti Funzione in sanità c’è una palese violazione delle norme contrattuali; la sostituzione ha un limite temporale fissato in 12 mesi, tempo necessario per avviare le procedure concorsuali, norma disattesa in Campania” – così Flora Beneduce (FI) componente della commissione Sanità che ha presentato interrogazione scritta al Presidente De Luca. “Violazione del principio di buon andamento e di parità di trattamento – precisa la Beneduce – sono oramai decenni che non vengono indette procedure concorsuali per ricoprire posti vacanti di Direttori UOC, ricorrendo all’istituto della sostituzione senza interruzione temporale”. “Con questo sistema si aggira la norma favorendo dirigenti medici che maturano requisiti di temporalità sulla posizione a danno di altri colleghi a cui viene negata la parità di trattamento”. “Risulta stanziata una quota di circa 60 milioni di euro per far fronte agli oneri derivanti da assunzioni e stabilizzazione del personale sanitario che rischia di essere destinata a coprire altri costi – continua la consigliera – e in questo caso non c’è nessun blocco dovuto al piano di rientro”.   “Il Presidente De Luca deve dirci quali azioni intende adottare nei confronti dei  Direttori Generali delle Asl e delle Aziende Ospedaliere da lui stesso nominati – conclude la Beneduce –   individuando responsabilità e recuperando  i ritardi nell’avvio delle procedure concorsuali, mettendo finalmente fine alle sostituzioni contra legem”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print