Politica

Sanità, E. Russo: “Ciarambino lancia petizione ma suo partito è al Governo?”

Napoli, 3 Settembre – “Si stenta a credere alle parole della collega Valeria Ciarambino, che oggi ha addirittura lanciato una petizione pubblica contro le aggressioni in sanità. Ma la consigliera grillina sa che il suo partito è al governo oramai da due anni?”. Se lo chiede Ermanno Russo, vicepresidente del Consiglio regionale e componente della Commissione Sanità della Campania.

“Non si capisce bene questa petizione la collega a chi voglia indirizzarla. Forse al premier dei Cinque Stelle? A qualche autorevole membro del governo come il ministro, ex vicepremier, Di Maio? O al Prefetto e al Questore? Entrambi comunque organi facenti capo a Palazzo Chigi. Se poi la collega Ciarambino immagina di risolvere la problematica delle aggressioni negli ospedali soltanto interloquendo con la Regione e i vertici delle Asl allora vuol dire che ha una visione davvero distorta del fenomeno”, spiega Russo.

“Serve una strategia complessiva, che veda tutti gli attori intorno al tavolo, in primis il Governo. Lo stesso governo che la Ciarambino non chiama in causa e che è l’unico vero soggetto istituzionale in grado di garantire sicurezza attraverso l’impiego mirato delle forze di polizia dentro gli ospedali cosiddetti a rischio. La campagna elettorale inizia a distrarre i consiglieri grillini, si invocano strumenti e competenze che non ci sono e si dimentica di citare gli organi che hanno invece reale peso in tutta questa vicenda”, conclude Russo.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa