Politica

Sanità, Di Scala (FI):”Su villa Mercede serve ampia visione non confusione a 5 Stelle”

Napoli, 28 Maggio – “Ma chi oggi, sulla vertenza di Villa Mercede, da una lato invoca i poteri sostitutivi dell’Asl (???) e dall’altro presenta un’interrogazione perché non sa ancora come stanno realmente le cose, è lo stesso che il 21 febbraio scorso, grazie ai superpoteri dei 5 stelle, aveva risolto tutti i problemi della Rsa? Me lo chiedo perché derubricare un tema che attiene al diritto alla salute dei più deboli ad una smodata necessità di piantare una bandierina non è solo parva materia ma miopia politica”. Lo afferma Maria Grazia Di Scala (FI), presidente della Commissione Sburocratizzazione del Consiglio regionale della Campania rinviando allo sciopero indetto dai lavoratori della Rsa Villa Mercede di Ischia per domani.

“Le richieste dei lavoratori sono assolutamente legittime e bene fanno a rivendicare d’urgenza che se ne facciano carico le istituzioni nel loro insieme, i sindaci, l’Asl e la Regione. Non fosse altro, come giustamente sottolineato dai sindacati, che il tema vero è di carattere generale e attiene al diritto degli ischitani di poter contare su un’assistenza agli anziani degna di questo nome”, aggiunge Di Scala.

“In questo senso, visto che parliamo soprattutto di prospettive, – sottolinea – un appello ai sindaci dell’isola perché si mobilitino concretamente per scongiurare innanzitutto il declassamento della struttura e quindi perché vengano garantiti a tutti i cittadini dell’isola i servizi sanitari indispensabili, ha una sua logica”. “Tutto il resto è inutile e dannosa ammuina”, conclude l’esponente di Forza Italia.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print