Politica

San Vitaliano, Inquinamento atmosferico. Petillo (Potere al popolo): “I rilevamenti delle centraline ci indicano dati allarmanti, la situazione è fuori controllo”

San Vitaliano, 21 Febbraio – Un presidio in difesa del diritto alla salute e della tutela dell’ambiente. La manifestazione organizzata dagli attivisti di Potere al Popolo, nella giornata del 20 febbraio, ha voluto sensibilizzare, ancora una volta, i residenti del territorio di San Vitaliano e dei paesi limitrofi sul problema dell’inquinamento atmosferico causato dalle polveri sottili. “La centralina che rileva i livelli di PM10 nell’atmosfera ha già segnato, dall’inizio dell’anno, ben 37 sforamenti oltre i limiti consentiti dalla legge: un dato allarmante che descrive una situazione totalmente fuori controllo”: queste le parole di Onofrio Petillo, uno degli attivisti di Potere al Popolo, nonché candidato alle elezioni del 4 marzo per la Camera dei deputati.

“Abbiamo organizzato questo presidio perché i dati che emergono ci fanno preoccupare, è importante manifestare e denunciare. Nonostante le avverse condizioni atmosferiche, abbiamo registrato una buona partecipazione, e questo ci conforta perché si tratta di una tematica importantissima”: le sensibilizzazione resta quindi la base da cui partire per affrontare queste problematiche, che ormai da anni affliggono l’area nolana. “Abbiamo fatto informazione attraverso i dati che vengono rilevati: sapere di respirare un’aria inquinata, un’aria che uccide lentamente non è certo una bella notizia, tant’è che, oltre alla curiosità, la gente ha mostrato tanta preoccupazione”.

Potere al popolo, in questi mesi di campagna elettorale, sta cercando di coinvolgere i residenti e gli abitanti dei territori nelle battaglie più importanti, tra cui appunto la salute, l’ambiente e anche l’occupazione: “Noi cerchiamo sempre di far emergere le criticità del territorio, infatti solo attraverso la rappresentazione dei problemi reali di questa terra si può migliorare. Nei prossimi giorni cercheremo di organizzare un incontro con i lavoratori del Vulcano Buono, perché anche l’occupazione resta un tema fondamentale. Dispiace che rappresentanti di altri partiti, che provengono dai nostri territori, non diano il giusto risalto a queste criticità che ormai ci accompagnano da anni”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print