Comuni

San Vitaliano, domani il saluto ufficiale al maresciallo Marchitelli

San Vitaliano, 21 Settembre  – La notizia è oramai ufficiale: il Comandante dei Carabinieri della Stazione di San Vitaliano, Giovanni Marchitelli, lascerà la cittadina dell’agro nolano per assumere il comando della Caserma di Sant’Antonio Abate.

Dopo venti lunghi anni di encomiabile spirito di servizio, che lo ha trasformato, nel tempo, in un profondo conoscitore della realtà cittadina per tutto ciò che concerne le dinamiche e gli intrecci delle varie forme delinquenziali, arriva il doloroso momento del distacco da due comunità, San Vitaliano e Scisciano, a cui il militare afferiva per competenza territoriale, che hanno imparato ad apprezzarne non solo la grande professionalità ma anche l’enorme spessore umano.

Lontano dai riflettori e dalla caotica ribalta, con riservatezza, discrezione e, soprattutto tanta umanità, il Comandante Marchitelli è diventato sempre più un punto di riferimento a cui rivolgersi in caso di difficoltà, svolgendo il suo ammirevole servizio in contesti anche estremamente delicati e verso quelle famiglie indigenti e, talora discriminate.

 

Sabato 22 Settembre alle ore 11.00 presso la Sala Consiliare di San Vitaliano (comune capofila), le due comunità di San Vitaliano e Scisciano, saluteranno il comandante Marchitelli. Previsto per domani, dunque, la cerimonia ufficiale: il saluto delle due Amministrazioni comunali con il sindaco di San Vitaliano Pasquale Raimo e il primo cittadino di Scisciano Edoardo Serpico.

Si susseguono intanto le iniziative ufficiali in onore del militare. A Scisciano, nel Consiglio Comunale convocato per il 27 Settembre, è previsto al punto nove dell’ordine del giorno il “Conferimento cittadinanza onoraria al Maresciallo Giovanni Marchitelli”.

image_pdfimage_print

“Giornalista pubblicista con una grande passione per lo sport, in particolare per il calcio, da sempre definito lo sport più bello del mondo.

Scelgo, ogni volta che scrivo, di essere al servizio della notizia e del lettore, raccontando i fatti con chiarezza ed essenzialità. Credo fermamente che l’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *