Comuni

San Sebastiano al Vesuvio, “21 Marzo – Giornata dell’Impegno Civico”: studenti e cittadini in marcia per la legalit

San Sebastiano al Vesuvio, 22 Marzo – Ha percorso le strade cittadine la marcia per la legalità ‘21 marzo – Giornata dell’Impegno Civico’ promossa dall’amministrazione comunale di San Sebastiano al Vesuvio, in collaborazione con Libera Campania.

Con ‘La ‘Giornata dell’Impegno Civico’ continuiamo il percorso che abbiamo avviato nei mesi scorsi – dichiara il sindaco, Salvatore Sannino – e che si realizza sempre in collaborazione con la rete associativa locale e le nostre scuole. Un vero e proprio cammino di sensibilizzazione sulla tematica cui si aggiunge la tappa odierna che si svolge nella Giornata nazionale di Libera che celebra il ricordo delle vittime della criminalità organizzata”.

“A metà novembre – afferma Assia Filosa, assessore alle Politiche Culturali e Giovanili – il nostro Comune è stato una delle tappe della staffetta Unicef sui diritti dell’infanzia, mentre a dicembre abbiamo promosso le Giornate della Legalità dedicate a Giancarlo Siani  con una serie di incontri tematici nelle scuole. Oggi il ricordo delle vittime si fa doverosa memoria per il presente e monito per il futuro, cui guardiamo con fiducia attraverso le più giovani generazioni che vanno formate all’impegno civico”.

Partita dalla tendostruttura del liceo ‘Di Giacomo’ intitolata a Paolino Avella, l’ex alunno della scuola morto nel tentativo di rapina del motorino nell’aprile del 2003, la carovana ha percorso le principali arterie cittadine  fino a via Libertà, all’altezza dell’immobile confiscato al clan Vollaro, oggi in via di riconversione grazie ad un finanziamento regionale. Ha poi raggiunto la stele in via Matteotti dedicata al giovane dove gli studenti e le istituzioni presenti si sono alternati nella lettura dei nomi delle vittime campane delle mafie, in linea con l’iniziativa nazionale di Libera.

Alla marcia, colorata dagli striscioni e dai fiori bianchi tra le mani degli alunni dell’ istituto ‘Salvemini’ e dei plessi ‘Capasso’ e ‘Pertini’ della Direzione Didattica di Sa Sebastiano al Vesuvio, hanno preso parte, tra gli altri, Alfredo Avella, presidente del Coordinamento campano dei Familiari delle Vittime Innocenti della Criminalità, Loredana Raia, consigliera regionale alle Pari Opportunità, Margherita Dini Ciacci, past president del Comitato Unicef Campania, Francesco Langella, coordinatore del laboratorio regionale Città dei Bambini e delle Bambine, rappresentanti di Libera Campania, dirigenti della Polizia di Stato del Commissariato di San Giorgio a Cremano, Massimo Barbieri, maresciallo della locale stazione dei Carabinieri, Alberto Baldissara, Comandante della Polizia Municipale ed il Coordinamento della neonata rete ‘rosa’ per le Pari Opportunità che riunisce 10 Comuni dell’area vesuviana.

Nei prossimi mesi – annuncia l’assessore Filosa, delegata comunale anche alla Pubblica Istruzione – seguiranno altre iniziative di sensibilizzazione, in particolare, sull’inclusione che avranno come protagonisti ancora una volta le scuole che, oggi più che mai, sono dei veri e propri presidi chiamati a giocare un ruolo determinante ed impegnativo nella costruzione quotidiana delle coscienze di cittadini attivi e partecipi”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print