Comunicati

San Nicola La Strada, l’Accademia Musicale Yamaha School presenta Yoga per bambini e ragazzi

Accademia Musicale Yamaha Music School dopo il grande successo del laboratorio ‘Mousikè’ presenta YOGA PER BAMBINI E RAGAZZI con la Prof.ssa Anna La Peruta

24 e 31 marzo 2017

via Napoli n°8, San Nicola la Strada (Ce)

 

San Nicola La Strada, 24 Marzo – Grande successo per i laboratori dell’Accademia Musicale Yamaha Music School di San Nicola la Strada. Dopo il laboratorio ‘Mousikè’, l’Accademia fissa due nuovi appuntamenti con lo ‘Yoga bimbi’: il 24 e il 31 marzo.

 Nelle scorse settimane, presso l’Accademia Musicale Yamaha Music School di San Nicola la Strada, si è svolto il laboratorio ‘Mousikè’ che ha visto un gran numero di partecipanti. Si sono ‘analizzati’ termini di uso comune legati alla musica trovando il significato più profondo nella storia passata, nelle narrazioni e anche nelle meravigliose leggende che, ad oggi, ancora disegnano i nostri ricordi. Cos’hanno in comune i termini ‘musica’ e ‘museo’? Chi sono nel mito greco le Muse? Che potere gli antichi assegnavano alla musica? E cos’hanno in comune le Muse e le Sirene? Tanti interrogativi che hanno trovato spazio all’interno degli incontri che si sono svolti, sotto la guida del Prof. Coppola, e che hanno immerso i partecipandi nel mondo dei miti antichi, coinvolgendo bambini dai 3 anni fino ad adulti e anziani.

Ma anche il laboratorio ‘Yoga’ ha avuto un grande successo, quest’ultimo vede altre due incontri che si terranno presso l’Accademia Musicale Yamaha Music School di San Nicola la Strada il 24 e il 31 marzo. I corsi si propongono di fornire ai bambini le tecniche che potranno utilizzare quando percepiscono, il loro corpo, pieno di tensioni o sono in momenti di torpore. Ogni pensiero che ci passa per la mente altera automaticamente il nostro processo di respirazione che spesso non è armonico con le nostre reali necessità di ossigenazione. Ciò crea una sensazione negativa, aumenta la tensione muscolare nel corpo e la mente si intorpidisce. Saper respirare correttamente evita di innescare questo inutile automatismo e di controllare le emozioni in modo da non perdere serenità e concentrazione.

Tale acquisizione avverrà nei seguenti modi:

  • Attraverso giochi guidati sia statici che dinamici fatti individualmente o in gruppo per imparare a smaltire tensioni attraverso il movimento e la relazione.
  • Attraverso esercizi di respirazione controllata dove si prolungano le varie fasi di inspirazione, trattenimento ed espirazione, associate alla postura che normalmente adottano quando suonano per migliorare l’attenzione e smaltire le tensioni
  • Attraverso l’utilizzo del proprio corpo come strumento musicale con immissioni di suoni correlati al respiro

 

Nei vari incontri-laboratorio  le tre tecniche verranno opportunamente utilizzate anche secondo le problematiche curiosità ed esigenze dei ragazzi. Si utilizzerà il gong come strumento di rilassamento.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa