Comuni

San Giuseppe Vesuviano, la cultura della legalità: intervista al giovane imprenditore Giuseppe Armatore

San Giuseppe Vesuviano, 23 Maggio – Vi proponiamo il racconto di un giovane imprenditore che ha realizzato il suo sogno, nonostante le innumerevoli difficoltà incontrate. È risaputo che nel meridione d’Italia, lavorare e raggiungere obiettivi non è esattamente una cosa semplice.

Minori sono le opportunità di lavoro, e lo sviluppo e la crescita imprenditoriale seguono un percorso spesso tortuoso ed estremamente complicato, rispetto ad altre zone d’Italia. A questo va aggiunto la non trascurabile piaga della disoccupazione giovanile, che mortifica e limita le sacrosante aspettative, in un mondo del lavoro che cambia in continuazione.

Ma c’è anche chi con tanti sacrifici, voglia di fare e molta tenacia è riuscito a realizzarsi, proponendo un esempio positivo di  efficace imprenditoria giovanile. È il caso di un giovane imprenditore di San Giuseppe Vesuviano, Giuseppe Armatore, noto parrucchiere, che ha superato problemi e avversità e continua la sua ascesa verso il successo.

Giuseppe, parlaci di te, della tua passione per i capelli e di come è iniziata.

“Tutto inizia quasi per gioco. Avevo soltanto 6 anni, sono sempre stato un po’ iperattivo e per questo mia madre mi mandò da un mio parente. Lì ho cominciato a muovere i primi passi in questo settore. Per i successivi 15 anni ho lavorato in qualche salone, e come spesso accade dalle nostre parti, senza essere inquadrato: ero uno dei tanti lavoratori “in nero”.

Quali sono gli ostacoli più grandi che hai dovuto affrontare durante la tua carriera?

“Innumerevoli sono le difficoltà incontrate, quando ho deciso di mettermi in proprio non avevo mezzi per affrontare le spese. Ricordo che il primo lavello mi fu regalato, e il primo specchio fu comprato dai miei genitori, indispensabile sostegno dorante il mio percorso di crescita. Ho iniziato a lavorare in una piccola stanza, in effetti sono cresciuto gradualmente. Non avevo le carte in regola e sapevo di essere nel torto, ma ho dovuto per forza cominciare così. Un bel giorno venne a farmi visita la guardia di finanza, ho dovuto pagare e sto tutt’ora pagando, com’è giusto che sia, però, adesso, non ho più nessun tipo di problema”.

Ad oggi ti senti soddisfatto del risultato raggiunto?

“Lavoro duramente, sette giorni su sette, dalle 7 di mattina alle 20 di sera, eppure ho sempre tanta voglia di fare. La mia filosofia è di lavorare e guadagnare il giusto, anziché avere il salone vuoto e i prezzi alti. Devo dire che il mio negozio è sempre pieno e si lavora ad un ritmo intenso”.

Come giovane imprenditore di successo, cosa ti senti di consigliare a chi come te cerca di raggiungere il suo scopo nella vita?

“Il mio consiglio è quello di lottare per i propri obiettivi, di impiegare tutte le energie possibili e di credere nelle proprie capacità”.

 

Per finire, qual è il tuo prossimo obiettivo?

“Senza dubbio avverto l’esigenza di aprire un altro negozio, magari in centro. Le faccio una confidenza: con la mia tenacia e le mie capacità, raggiungerò quanto prima quest’altro traguardo…”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print