Comuni

San Giorgio a Cremano, disabile lasciato senza linea telefonica a causa di una bega condominiale. Borrelli e Simioli: “Che vergogna, è una persona che vive sola e potrebbe aver bisogno di aiuto”

Napoli, 14 Maggio – “Sono affetto da disabilità, ho problemi di vista e a causa di una bega tra due fratelli, il proprietario della mia abitazione e un altro condomino, sono senza linea telefonica. Il fratello del proprietario dell’abitazione dove vivo mi rende la vita impossibile da tre anni. Quando sono venuti i tecnici della Tim per l’installazione della fibra li ha minacciati e ha strappato i fili”. Francesco Olivero vive a San Giorgio a Cremano, in via Bruno Buozzi, a due passi dalla centralissima piazza Vittorio Emanuele. La sua è una storia di vessazioni che va avanti da tempo e che lo ha portato a contattare il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“A causa dei dissidi con il fratello – prosegue Olivero – mi ha anche impedito di installare l’antenna. Per l’episodio dei fili della linea telefonica l’ho denunciato ai carabinieri. Sono disabile, la linea telefonica mi occorre in caso di necessità. Vivo da solo e il telefono mi serve per mettermi in contatto con mia sorella. Mi sono rivolto ad un avvocato per agire legalmente nei confronti di questa persona”. “E’ una vergogna – commentano Borrelli e lo speaker de “La Radiazza” Gianni Simioli -. Francesco è affetto da disabilità, la linea telefonica in casa gli è necessaria. Qualora dovesse avere bisogno di aiuto ha bisogno del telefono per mettersi in contatto con i suoi cari. Speriamo che la sua problematica si risolva quanto prima. Resteremo al suo fianco fino a quando non avrà il telefono all’interno della sua abitazione”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print