Politica

RIFORMA 118, Pentangelo (FI):”Proposta M5S è centralismo antistorico, è sete di poltrone romane”

Napoli, 15 Novembre – “Eccezion fatta per una doverosa specifica indennità di rischio biologico e ambientale da riconoscere al personale dell’emergenza sanitaria, la proposta di riforma del 118 annunciata dal Movimento 5 Stelle fa sorridere: si ignorano completamente le norme sulle attribuzioni in materia (comma 2, art. 2 DPR 27 marzo 1992), si trascura volutamente il tema fondamentale dell’autonomia delle Regioni: siamo alla solita visione statalista e centralista utile solo a creare qualche poltrona romana”. Lo afferma l’onorevole Antonio Pentangelo, deputato e coordinatore di Forza Italia della provincia di Napoli.

“Qualcuno li informi – aggiunge Pentangelo – che non è di molto tempo fa la bocciatura di un referendum che, con la centralizzazione della sanità, andava in quella direzione e che è stato sonoramente bocciato”. “Se il tema è quello di garantire l’efficienza del 118, dei pronto soccorso e del sistema dell’emergenza urgenza – prosegue Pentangelo – si mettano le Regioni nelle condizioni di poter investire in strutture e tecnologie ma soprattutto di poter sopperire in tutti i modi possibili e al più presto alla gravissima carenza di personale”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa