Comuni

Pomigliano d’Arco, Tommaso Sodano riprende il cammino del fortino rosso della Campania

Pomigliano D’Arco 28 Giugno – Inizia il lungo e tortuoso cammino intrapreso da Tommaso Sodano. Ex senatore della Repubblica di Rifondazione Comunista, dopo anni di partecipazione a cominciare dai moti studenteschi degli anni ’70, adesso si trova a fronteggiare una delle maggiori crisi per sinistra italiana.

L’assemblea pubblica inizia con introduzioni che rimandano chiaramente al rinnovamento dal punto di vista sociale ed economico, dettato dalle regole del capitalismo che ha investito l’Italia e l’occidente europeo.

“Non è tempo di trovare simboli o contenitori di voti” è il preludio del cammino di Sodano che intitolando “ Riprendere il cammino a sinistra” la sua assemblea pubblica ha richiamato a sé chi negli anni ha lottato per i diritti dei lavoratori. L’intento è quello di creare un piano per il futuro.

Non mancano colpi di assesto al PD che ha perso l’occasione del governo precedente per affermare gli ideali che sono alla base della sinistra. Passi fatti dall’ex governo senza dar conto all’uguaglianza e alla legalità. Si fa riferimento alla rottura nella sinistra italiana ritornando anche a Genova e ai suoi scontri del 2001 dove non fu fatto fronte comune – altra considerazione che risalta l’ideologia si Tommaso Sodano- nonché si riferisci ai partiti che appoggiarono i movimenti di protesta.

Gli interventi del pubblico (dei compagni) sono stati caratterizzati da toni molto forti, a sottolineare la delocalizzazione ideologica della sinistra che non riesce a trovare un posto di azione concreta nel mondo economico contemporaneo e nello stesso momento deve far fronte alle nuove forze rancorose ( ben attenzione ad usare il termine populiste ) come Lega e M5S.

image_pdfimage_print

Laureato in filosofia presso la Federico II di Napoli con tesi sul rapporto tra società e politica in Italia. Appassionato di storia e letteratura italiana ed europea.