Comuni

Pomigliano d’Arco, piazzetta “Gianni Rodari” restituita alla città. C’è anche l’area “pipican”

Il vicesindaco Elvira Romano: «Un’altra area è stata riqualificata con interventi mirati al decoro urbano, stando sempre attenti alla qualità».

 

Pomigliano D’Arco, 28 Luglio – Inaugurata ieri la nuova piazza intitolata a Gianni Rodari, con gli spazi verdi limitrofi. A rappresentare l’amministrazione comunale, il vicesindaco Elvira Romano con gli assessori Raffaele Sibilio (Lavori Pubblici), Mariagrazia Tartari (Ambiente), Mattia De Cicco (Politiche Sociali) e il presidente del consiglio comunale Maurizio Caiazzo. Il progetto è dell’architetto Aniello Iuliano.

Una riqualificazione degli spazi verdi, con aree ludico – ricreative collegate da percorsi pedonali, con accorgimenti che garantiscono al contempo sicurezza e accessibilità. Da uno spazio in stato di degrado, privo di arredo e identità, all’area perfettamente integrata nel contesto urbano che si è inaugurata ieri: panchine, cestini, giochi, nuove specie arboree, impianto di illuminazione a Led, marciapiedi e percorsi privi di barriere architettoniche.

«Nell’inaugurare la piazza intitolata a Rodari – dice il vicesindaco Elvira Romano – ho voluto citare proprio lo scrittore, perché è vero che se tutti ci diamo una mano i “miracoli” si fanno. Un’altra area è stata riqualificata con interventi mirati al decoro urbano, alla vivibilità, io direi anche stando sempre attenti alla qualità. Tutto ciò è frutto di un lavoro di squadra, dal sindaco Russo a noi assessori – in questo caso il merito va all’assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Sibilio, ma anche all’assessore Mariagrazia Tartari (Ambiente), così come va riconosciuto il lavoro di squadra di consiglieri, staff, personale. Dobbiamo però tutti un ringraziamento speciale al progettista, l’architetto Iuliano che profonde in ogni cosa professionalità competenze e passione. Non cerchiamo miracoli, ma se i cittadini preserveranno con cura quanto è stato realizzato, se lo difenderanno, da parte nostra ci sono tutti i presupposti e le intenzioni per fare di più: realizzando qui degli spazi dedicati ai giovani, ai talenti che vogliano esprimersi ed esibirsi».

Il vicesindaco ha poi messo l’accento sulla sensibilità mostrata dall’amministrazione verso gli «amici a quattro zampe». Per la realizzazione dell’area «pipican» nella quale i cani potranno sgambettare in uno spazio confortevole, tenuta sempre pulita.  «Siamo l’unica città ad aver realizzato dove possibile – e altre se ne faranno – delle aree ben congegnate ed inserite nel contesto urbano, nelle quali i cani possano essere liberi e felici. Le aree pipican, nei paesi limitrofi, e oserei dire in tutta la regione, sono ancora delle innovazioni di là da venire».

 

 

 

 

 

 

  

image_pdfimage_print