Comuni

Pomigliano d’Arco e le sue problematiche, intervista al consigliere del M5S Dario De Falco

Pomigliano d’Arco, 24 Marzo – Dal 2015, Dario De Falco è consigliere comunale nel comune di Pomigliano d’Arco. Famoso sui social grazie ai numerosi video che lo riprendono battibeccare col sindaco su varie questioni e recentemente protagonista sul programma Mediaset “Quinta Colonna“dove interviene contro il giornalista Rotondi per un suo libro a difesa dei politici “della casta” e Razzi, non nuovo a uscite infelici.

Nella mia personale intervista ho voluto interrogare De Falco su due piani strettamente collegati tra loro. La situazione comunale, dove abbiamo potuto discutere su argomenti direttamente riconducibili all’esperienza e la situazione in cui si trova l’Italia.

L’una rappresentata indirettamente data la chiarezza di cui potrà essere testimone il territorio, e la seconda direttamente per il motivo contrario. Un ponte da Pomigliano d’Arco a Roma fatto di idee figlie dell’ideologia del M5S.

Problematiche comunali sottolineate dal continuo scontro col sindaco Lello Russo. Gli argomenti susseguitosi sono molti, ma tra i più curiosi abbiamo la scomparsa delle biciclette appartenenti al comune di Pomigliano del Bike Sharing. Servizio fornito dalla stessa ditta delle strisce blu.

Biciclette ritrovate dopo 16 mesi nel comune di Giugliano, al servizio della stessa ditta. In questo caso il sindaco in sintonia con la ditta del Bike Sharing ha esteso un comunicato, dove si evince la volontà di rimediare.  Ma la risposta secca di De Falco è “non vogliamo regali da parte del sindaco e della ditta. Ma vogliamo che la ditta rispetti il suo contratto con la cittadinanza. Denuncia in arrivo all’Anac e alla Corte Dei Conti.”  Di tale argomento si parlerà al prossimo consiglio comunale. Simile problema di dialogo col sindaco si è avuto con la questione del riscaldamento delle strutture comunali, “il sindaco si è disinteressato delle scuole dell’infanzia, elementari e medie. Nel periodo del freddo più intenso, abbiamo fatto un’ispezione nelle scuole e siamo stati tartassati dai genitori e gli insegnanti”. Il sindaco ha negato il problema insieme agli assessori.

Tanto discusso nello stesso giorno dell’intervista, il problema del canile di Pomigliano, dove i consiglieri comunali del M5S hanno denunciato il suo degrado assieme a quello della zona, per la presenza di materiali pericolosi. “Abbiamo offerto la nostra consulenza gratuita l’anno scorso facendo venire da Roma uno staff specializzato con dirigenti della salute animale per sistemare da un punto di vista burocratico e istituzionale la struttura”.

Tante e delicate le problematiche: i cani del canile in questo momento malati di leptospirosi, malattie trasmissibile non solo tra animali, ma anche verso gli uomini. “Problema ambientale grave, si è avuta un’ordinanza del sindaco sul fumo nei parchi e non ci si occupa allo stesso modo dei veri problemi ambientali della cittadina, come appunto quello gravissimo del canile che può riguardare la salute di tutti”.

 Ultimo argomento della nostra prima parte dell’intervista, riguarda la problematica dell’acqua: la Gori viene accusata dal M5S di Pomigliano di essere una “azienda in fallimento” che disperde un terzo dell’acqua a causa dei suoi malfunzionamenti e fa pagare il triplo in bolletta ai cittadini.

L’episodio in oggetto, trasporta la nostra intervista dal piano comunale a nazionale, è quello sopracitato dell’intervento a “Quinta Colonna”. Il consigliere Pomiglianese dichiara senza mezzi termini, quanto sia lontana la politica dal popolo. “ Razzi e Rotondi ci prendono in giro. Scrivere un libro a favore della casta, in tante regioni dell’Italia meridionale, e in particolare Napoli, la disoccupazione giovanile è al 50%, è veramente assurdo”. Inoltre, scontro che prosegue su twitter dove Rotondi a chiuso le porte ad un ulteriore incontro per discutere della questione.

In una scena politica come quella contemporanea, dove il fenomeno del Berlusconismo sta scemando, Renzi è in difficoltà a causa del distacco dal PD dei vari Bersani, D’Alema ecc, e un Salvini sempre più seguito ( ahimè ) il M5S dove si pone?. “Il Movimento 5 Stelle è il vero partito democratico oggi in Italia, capace di portare avanti le vere battaglie dei cittadini, completamente opposto da personaggi come per esempio Salvini, che non non si distingue rispetto al vecchio modo di fare politica. Fa specie – dichiara il De Falco –  vedere colui che si candida ad antipolitica, salvare il suo ex compagno Minzolini da una condanna, nonostante si sia reso protagonista di tanti scandali. Scenario che apre ad ulteriori legami con il centro destra italiano. Non temiamo rivali, non ci sono altre forze politiche che sposano il nostro atteggiamento e la nostra politica sobria.  Siamo sicuri che ci sarà un ritorno enorme da parte dei cittadini come al referendum”.

In un momento di scarso equilibrio in Parlamento e fuori, nel secolo scorso in molte potenze europee ma anche in Italia hanno preso forza partiti “estremi”, in questo caso il M5S è un pericolo?La grande opportunità in Italia è la presenza del M5S. Un movimento pacifico e democratico, direi che non c’è stato nulla di più democratico dalla nascita della Repubblica. Una forza politica che parte dal basso e ha portato le istanze dei cittadini in Parlamento, contro una casta che ha ridotto questo paese alla fame. Cinque milioni di poveri, tantissimi cittadini italiani che non si curano per problemi economici. Credo che l’operato dei governi di Torino e Roma, siano la dimostrazione concreta della nostra efficienza e capacità di saper fare. Penso che il movimento possa essere definito straordinario e rivoluzionario. Anche chi non crede in noi deve darci l’opportunità di dimostrare cosa siamo capaci di fare al governo del paese. Il M5S – conclude il consigliere De Falco – è rivoluzionario anche nel modo di fare informazione, e mi riferisco al coinvolgimento capillare e democratico della rete che non ha eguali.”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa