Comuni

Pollena Trocchia, Bando fitti: il Comune al lavoro per informare la cittadinanza della misura

L’INIZIATIVA REGIONALE APERTA ANCHE AI RESIDENTI DI POLLENA TROCCHIA

 

Pollena Trocchia, 24 Febbraio – Un bando per l’assegnazione di contributi a integrazione dei canoni di locazione relativi all’annualità 2019. L’amministrazione comunale di Pollena Trocchia, anche attraverso il proprio sito web istituzionale, sta dando ampio risalto all’iniziativa afferente alle politiche sociali, affinché tutti i cittadini che hanno i requisiti siano al corrente della possibilità di accedere al contributo finanziato dalla regione Campania. Per la presentazione della domanda, da effettuare esclusivamente in via telematica utilizzando l’apposito sito https://bandofitti.regione.campania.it, c’è tempo fino al prossimo 13 marzo. «Invitiamo i nostri concittadini a verificare la sussistenza dei requisiti per accedere al bando, che offre un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà del nostro territorio, concedendo loro contributi per i canoni di fitto versati nel corso dello scorso anno» ha detto il sindaco di Pollena Trocchia, Carlo Esposito.

«La casa rappresenta una delle componenti fondamentali per la dignità e la qualità della vita di ciascuno di noi, proprio come il lavoro, per questo stiamo cercando di far arrivare a tutti la notizia della possibilità dei contributi per i fitti. Sul sito internet del comune si trovano alcune informazioni sul bando regionale, ma ulteriori indicazioni saranno fornite a quanti ne hanno bisogno anche presso i nostri uffici dei Servizi Sociali» ha commentato Pasquale Fiorillo, vicesindaco e assessore alle politiche sociali del comune vesuviano.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa