Comuni

Pollena Trocchia, al via il progetto “Camminando Cresco”: i piccoli alunni a passeggio nei luoghi d’interesse del territorio

Pollena Trocchia, 12 Aprile – Partirà martedì 16 aprile, dopo la firma del protocollo d’intesa tra il Municipio e la scuola paritaria dell’infanzia “La Torre di Babele”, gestita dalla Rosa dei Venti Società Cooperativa Sociale Onlus, il progetto “Camminando Cresco”. L’obiettivo è quello di valorizzare il territorio di Pollena Trocchia attraverso un’iniziativa che dia la possibilità ai bambini di camminare a piedi nel paese in cui vivono o nel quale vanno a scuola al fine di esplorarlo acquisendo nuove conoscenze. In quest’ottica La Rosa dei Venti ha chiesto la collaborazione del Comune nella realizzazione del progetto attraverso l’indicazione dei punti d’interesse da visitare e la presenza, nei giorni di uscita dei bambini, di apposito personale per la sicurezza stradale degli stessi.
Una richiesta che il Comune ha accettato di buon grado visto il costante impegno sul territorio dell’agenzia educativa. «Abbiamo valutato l’aspetto educativo e formativo delle attività proposte dal progetto, che servirà anche a formare piccole menti che conoscono il territorio e pertanto possono amarlo e farlo amare, contribuendo così alla sua valorizzazione. Il nostro impegno, come amministrazione, è rendere possibile ai bambini e alle bambine del nostro territorio di vivere il paese, di sentirlo a misura di bambino» ha detto il Sindaco di Pollena Trocchia Carlo Esposito. «Il progetto “Camminando Cresco”, attraverso la promozione e la realizzazione di passeggiate di carattere culturale e paesaggistico sul nostro territorio, può favorire processi di crescita utili ai minori coinvolti in termini di conoscenza ambientale, capacità di orientamento, socialità, ma anche stimolare in loro l’amore per Pollena Trocchia, per la sua storia, per la sua cultura» ha aggiunto il vicesindaco del comune vesuviano, Pasquale Fiorillo.
«Come scuola dell’infanzia “La Torre di Babele” siamo molto entusiasti della collaborazione con il Comune, che prontamente ha risposto alla nostra proposta, perché in tal modo ci rendiamo partecipi della costruzione di una vera e propria Comunità Educante. Noi come Cooperativa Sociale La Rosa dei Venti, nella nostra missione di fare scuola, abbiamo molto a cuore la Comunità di appartenenza e crediamo che l’amore per essa debba essere stimolato fin da piccoli. Inoltre, diciamo spesso che il mondo è troppo grande per essere contenuto in una classe, pertanto usciremo e usciremo spesso, alla scoperta del mondo che può appassionarci alla conoscenza molto più che un buon laboratorio fatto a scuola» ha detto Carmen Giusto Di Sarno, psicologa e direttrice de “La Torre di Babele”.
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print