Cronaca

Piacenza, omicidio Pomarelli: gli inquirenti indagano su un possibile movente

Piacenza, 8 Settembre –  Nuovi risvolti e possibili ipotesi relative all’omicidio di Elisa Pomarelli, impiegata di 28 anni uccisa da Massimo Sebastiani, 45 anni. Gli inquirenti di Piacenza stanno indagando su un possibile movente che vedo come oggetto la possibilità che la Pomarelli sia stata uccisa perché aveva iniziato a rifiutare le richieste del Sebastiani di continuare a frequentarsi.

Il cadavere della vittima è stato recuperato dai Vigili del Fuoco con la collaborazione di Sebastiani che, dopo una latitanza di quasi due settimane, ha confessato il delitto e ha portato gli investigatori sul punto dove l’aveva seppellita sulle colline piacentine. Il delitto si sarebbe consumato dopo una cena in una trattoria a Ciriano di Carpaneto.

Non è ancora certo dove e come l’operaio l’abbia uccisa. L’autopsia sarà a chiarire i contorni del delitto, intanto non si esclude l’ipotesi di strangolamento, forse durante un improvviso raptus violento di Sebastiani.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print