Comuni

Palma Campania,inaugurazione Centro Polifunzionale “Il Casale”. Donnarumma:”Una struttura per gli ultimi ma anche un presidio di legalità che testimonia la forte presenza sul territorio”

 

Palma Campania, 18 Marzo – “Questa struttura oggi prende seriamente vita. Era stata inaugurata in fretta e furia poco prima dell’appuntamento elettorale per far finta di tagliare un nastro. Riprendendo le parole dell’assessore Marciani, credo che non basti un edificio, ma all’interno di quell’edificio ci devi dare un’anima, ci devi necessariamente mettere qualcosa dentro. Questa struttura noi oggi la inauguriamo, ma da domani è già funzionante, è già a disposizione di tutti quei ragazzi che la vivranno realmente. E’ questa la differenza tra tagliare un nastro e fare invece qualcosa per la collettività”. Con queste parole, il primo cittadino di Palma Campania, Nello Donnarumma, un attimo prima di tagliare il fatidico nastro, presenta alla collettività palmese, nel giorno dell’inaugurazione di domenica 17 marzo, la nuova sede sia del centro Il Casale diurno per minori socialmente disagiati, sia il centro Peter Pan destinato ai disabili.

Un giorno di festa, dunque, un momento davvero importante per la comunità palmese: l’inaugurazione del centro Polifunzionale Il Casale, che ha permesso a tanti ragazzi di abbandonare una struttura che era diventata fatiscente per approdare in una nuova, un luogo di accoglienza, un luogo finalmente dignitoso e si spera ricco di opportunità per la crescita di tutti coloro che lo frequenteranno quotidianamente. ”Quello che abbiamo inaugurato stamane – dichiara il sindaco Donnarumma – è un centro per gli ultimi. Abbiamo investito dai fondi comunali per ristrutturare un bene che era inutilizzato, situato al centro del territorio, fruibile, una struttura adesso sicuramente dignitosa e messa a disposizione appunto degli ultimi. Credo che noi abbiamo il dovere di tenere appunto il passo degli ultimi. Di sicuro un segnale importante – prosegue il primo cittadino – che tiene conto della fondamentale importanza che si deve al cosiddetto ‘bene comune’. Credo che fino ad ora abbiamo dato diversi segnali che vanno in questa direzione. La presenza oggi della Fanfara dei Carabinieri sia un ulteriore segnale rispetto a quella legalità che stiamo cercando di ripristinare all’interno della nostra comunità. Ereditiamo un comune in fase di degrado, stiamo cercando di rialzare la testa, e lo stiamo facendo da nove mesi in maniera importante. E’ sotto gli occhi di tutti – conclude il sindaco –  che abbiamo ottenuto dei risultati, questo naturalmente non ci deve appagare, anzi, dobbiamo continuare su questa strada, dobbiamo mantenere questo ritmo e dobbiamo soprattutto far sì che luoghi come questi diventino appunto presidi di legalità, forte presenza sul territorio, e luoghi dove la cittadinanza può viverli quotidianamente”.

Per celebrare un evento di enorme rilevanza sociale, non poteva mancare l’ospite d’eccezione. Nell’accogliente cortile del centro Polifunzionale, alla presenza delle istituzioni comunali e regionali, militari e religiose, si è schierata la Fanfara dei Carabinieri di Napoli accompagnata dal Capitano Marcello Savastano della Stazione dei Carabinieri di Nola, che ha deliziato i numerosi cittadini  presenti, le associazioni intervenute,le istituzioni scolastiche, il Comando di Polizia Municipale e la Protezione Civile di Palma Campania, con una straordinaria performance, eseguendo brani ”evergreen” di spessore nazionale e internazionale, omaggiando, nel finale, la comunità palmese con l’esecuzione di brani attinenti la storica tradizione del Carnevale. Ciliegina sulla torta, la superba esibizione, in simbiosi con la Fanfara dei Carabinieri, di Antonio Baldino trombettista salernitano che ha suonato e suona con grandi musicisti del panorama internazionale.

 Alla kermesse dell’inaugurazione del centro erano presenti, tra tanti politici e uomini e donne delle Istituzioni, l’assessore alla Formazione e Pari Opportunità della Regione Campania Chiara Marciani e Francesco Iovino, consigliere delegato della Città Metropolitana di Napoli. “Oggigiorno – dichiara il consigliere della Città Metropolitana –  è particolarmente difficile poter immaginare che un’amministrazione possa dare risultati straordinari come quelli a cui abbiamo assistito stamane. Palma ha un’amministrazione che guarda con attenzione alle problematiche sociali dei diversamente abili e riesce a cogliere le gravi difficoltà che si sperimentano. Devo dire che è sicuramente un vanto per tutta l’area metropolitana di Napoli, e questo soprattutto quando si riesce a realizzare il disegno rispetto al quale l’uomo e l’umanità sono al centro. In un contesto sociale come quello di Palma Campania – prosegue il consigliere Iovino –  dove negli anni si sono susseguite vicende difficili, questa amministrazione, senza perdersi d’animo, è riuscita a dare un’anima davvero profonda al proprio territorio, esempio positivo e utile anche per tutte le cittadine viciniore. In una dimensione di area vasta, tanto più siamo vicini e tanto più siamo insieme a realizzare i progetti e a metterli in comunione, tanto più riusciamo – conclude Iovino  –  a rendere dei servizi di prossimità”.

In una luminosa e primaverile domenica di marzo oltre al sindaco Nello Donnarumma e al vicesindaco Mimmo Rainone, erano presenti l’Assessore all’Urbanistica e Attività Produttive Luigi Albano, il Presidente del Consiglio Comunale Mariagiovanna Peluso, l’assessore alla Cultura Elvira Franzese, l’assessore al Bilancio, Programmazione e Tributi Vincenza Catapano e il consigliere di maggioranza Vera Simonetti. “Era necessario – dichiara il vicesindaco con delega alle Politiche Sociali Mimmo Rainone –  dare luce e visibilità a questi ragazzi. Per troppo tempo sono stati relegati nell’ombra, in una zona periferica e soprattutto in una struttura fatiscente. E’ stato fatto uno sforzo davvero immane, questa era una struttura quasi abbandonata, abbiamo pensato di razionalizzare gli spazi, dividendola. Nel vecchio edificio avevamo un unico ambiente per i due centri, qui invece l’abbiamo suddivisa, uno per i bambini e l’altro per i disabili. Ma vorrei ricordare – conclude il vicesindaco –  che al piano superiore c’è uno spazio davvero accogliente, messo a disposizione per tutte le associazioni del territorio, e per i giovani che desiderano usufruire di tale struttura”.

L’intensa e interessante giornata di inaugurazione si conclude con il significativo taglio del nastro e la relativa benedizione sacerdotale che sancisce la concreta operatività della struttura di via Mauro.

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print