Comuni

Palma Campania, School Movie 2019: la città si trasforma in set cinematografico

Palma Campania, 3 Giugno – Tra i comuni campani che hanno riconfermato la loro fiducia nel progetto School Movie 2019, c’è quello di Palma Campania. Il sindaco Nello Donnarumma e l’assessore alle politiche sociali, nella persona di  Donatella Isernia, hanno finanziato la realizzazione del cortometraggio che vedrà protagonisti i due istituti comprensivi del territorio, “A. De Curtis” e “V. Russo”  guidati dai presidi dott. F. Furino e dott.ssa  Enza  D’Agostino. Le due scuole, dopo il grande successo della sesta edizione al concorso, aderiscono alla settima edizione.

School Movie è una rassegna cinematografica per istituti scolastici di primo e secondo grado. L’idea nasce nel 2013 da Enza Ruggiero, con produzione da Marketing & Consulting. Il progetto è patrocinato dal Ministero dell’Istruzione,dellUniversità e della Ricerca, dalla Regione Campania e dalla Provincia di Salerno.

Gli alunni sono gli artefici principali di tutte le fasi di realizzazione del corto, dalla scelta del tema da trattare alla composizione del soggetto e del copione, fino all’interpretazione. Quest’anno la tematica del progetto School Movie è: la Bellezza.

Il giorno 5 giugno la troupe di School Movie sarà a Palma Campania per effettuare le riprese del corto. I due istituti comprensivi A. De Curtis e V. Russo quest’anno in gemellaggio, con una rappresentanza di 15 alunni per istituto, realizzeranno la “Storia di Kukaa”.

L’idea del corto parte -afferma la prof Isabella Gaudino,- dalla bellezza dell’arte, di una storia e di un lieto fine, prendendo spunto dall’importante opera dello street artist Jorit Agoch realizzata ad aprile a Palma Campania. Il racconto prende il via dallo stupore, dall’ammirazione, ma anche dagli interrogativi che quest’opera suscita nello spettatore e arriva a trattare temi importanti come l’accoglienza, la solidarietà, l’integrazione e l’amicizia.

La storia – puntualizza l’insegnante –  si svolge prevalentemente in luoghi noti del paese, dal centro storico, attraversando le strade principali fino a via De Gasperi. I protagonisti sono due gruppi di amici, di cui fanno parte anche alcuni ragazzi bengalesi, che si ritrovano per una partita di pallone, nel giardinetto nei pressi del murales dedicato a Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso, assassinato nel 1987, e a Kukaa, che rappresenta tutti i bambini migranti, ma che è, in particolare, un omaggio dell’artista al bambino migrante annegato nel Mediterraneo con la pagella cucita in tasca. L’arrivo del gruppo di amici vicino al murales, la sorpresa di trovarsi di fronte a qualcosa di bellissimo ed inaspettato, gli interrogativi svelati dai ragazzi dei giardinetti, la storia di Kukaa – conclude la Gaudino –  raccontata in parallelo con la storia di uno dei ragazzini bengalesi che fa intravedere la possibilità di un lieto fine. È con queste scene che Palma si trasforma in un set cinematografico.

La prof.sse d’arte  Isabella Gaudino della “De Curtis”, e la prof.ssa Marianna D’Ascoli della scuola “V. Russo”, referenti del progetto, guideranno gli alunni  fino alla partecipazione delle proiezioni  dei corti a Giffoni Vallepiana, cittadella del cinema, dove verranno proiettati i corti finalisti per vedere aggiudicato il vincitore assoluto.  Il corto delle due scuole, senza alcuna selezione, entrerà di diritto nella rosa dei corti da selezionare in ultima fase a Giffoni.

Ai Presidi, docenti e alunni, entusiasti della tematica affrontata, in quanto lancia un messaggio forte, non resta che incrociare le dita nell’attesa di un  sorprendente evento.

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print