Comuni

Palma Campania, “Notte Nazionale del Liceo Classico”: esaltanti contenuti nella magica notte del Liceo Rosmini [Video]

Palma Campania, 20 Gennaio – Una straordinaria Notte del Liceo Rosmini di Palma Campania, Venerdì 17 Gennaio, una terza Edizione sorprendente, che ha lasciato tutti i presenti divertiti, sbalorditi e soddisfatti. Il programma della serata, improntato sul tema L’Amore, ricco di performances, ha mostrato contenuti rilevanti ed esaltanti per ricchezza degli argomenti trattati, la verve, il dinamismo, la creatività. L’I.S.I.S. Rosmini ha alla guida la brillante preside Maria Grazia Manzo, che durante la serata ha dato il suo sostegno ad alunni e docenti, elogiandone le rappresentazioni, né ha mancato di sottolineare la professionalità dei presentatori dello spettacolo, gli studenti Maria Rosaria Malinconico e Silvio Martino

L’accoglienza del pubblico è stata effettuata dagli alunni delle classi 3^,4^,5^ A classico alle ore 18.00, con la lettura di un brano introduttivo sul valore della classicità, comune a tutte le 430 scuole aderenti all’iniziativa della VI Edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico, nata dall’idea del prof. Schembra del Liceo Classico di Acireale. La visione di un video riguardante i vari progetti dell’Istituto, dai temi interessanti come legalità, bullismo, e cyberbullismo, ha reso l’idea del fruttuoso lavoro che si realizza all’I.S.I.S.  Rosmini. Gli allievi del maestro di strumento Arpa, Cira Romano, della 4^ A Musicale, Mario Pio Adamo e Giuditta Parisi, hanno suonato cinque brani di musica classica, spaziando dall’’800 al ’900, con la dolce armonia che la musica offre, potere sconfinato che rende sereno chi è in grado di coglierla. 

La seconda fase della serata è stata aperta con un omaggio a Fabrizio De Andrè, cantautore, poeta e musicista immenso, il più amato dagli Italiani, con la recitazione, sia in italiano che in inglese, da parte degli alunni della V^ A, Maria Assunta Iervolino, Felice Maione, Olimpia Murano, Stefania Graziano, Antonio Rega, con Antonio Salzano alla regia. “La canzone di Marinella,” “La guerra di Piero” e ”Giugno’73”, da considerarsi splendide poesie, hanno suscitato forti emozioni nell’Auditorium dell’Istituto. Il mito “Amore e Psiche”, dello scrittore latino Apuleio, una delle leggende d’amore più belle di sempre, è stato narrato in chiave parodica dalla 1^ A, divertendosi e divertendo, dando prova di studio approfondito.

Gli allievi della 1^ B, con il mito di Orfeo ed Euridice, hanno rappresentato magnificamente la commovente storia d’amore inserita nel IV Libro delle Georgiche di Virgilio. Un inno all’amore eterno che non conosce ostacoli, che non si arrende mai, che dura per l’eternità.

La 5^ A, con Il ricordo di un amore, ha voluto omaggiare il grande Massimo Troisi, attore, regista e sceneggiatore. Immagini toccanti scorrevano mentre gli allievi rappresentavano un divertente sketch, tratto dal film Il Postino. Inoltre sono state recitate le poesie: “A Massimo Troisi”, di Roberto Benigni, “Mi piaci quando taci” di Pablo Neruda. Una grande sorpresa gli alunni hanno voluto dare con l’Annunciazione di Troisi, resa formidabile per comicità, che ha riscosso ripetuti applausi e suscitato spontanee risate. Il balletto finale, sulle note de Il ricordo di un amore di Pino Daniele, ha chiuso la prestazione degli allievi maturandi.

La preside Maria Grazia Manzo, accompagnata dalla presidente del Consiglio d’Istituto Raffaella Rega, hanno premiato le eccellenze dell’A.S. 2018/ 2019, studenti che al conseguimento degli esami di maturità hanno ottenuto 110 e lode: Maffettone Francesca, Flavio Ferrante, Angela Varchetta, Sara Malinconico, Filomena Savarese e Alfredo Castaldo.

Sono stati inoltre consegnati i premi ricevuti per la partecipazione al Concorso “V. Russo”: primo classificato per la categoria letteraria Mattia Sorrentino, per l’elaborato Cronaca di un sopravvissuto; la classe III A per la categoria Video con Smartphone, per l’elaborato Alone (Solo). Una lode della dirigente è andata all’alunno Natale Peluso, della 4^ B del corso scientifico, per la sua disponibilità con il lavoro certosino dato alla scuola.

La dirigente scolastica ha  ringraziato caldamente i genitori, il personale di  segreteria che ha supportato il corposo lavoro della serata, i collaboratori scolastici che hanno tenuto sempre l’ambiente decoroso, gli intervenuti  che non fanno mai mancare la loro presenza, come la dirigente scolastica Enza  D’Agostino dell’I.C. “V. Russo”, la dirigente Maria Iervolino dell’I.C.G “Bruno-Fiore” di Nola, i consiglieri comunali Luigi Albano, Mariagiovanna Peluso, l’assessora alla Cultura Elvira Franzese e Donatella Isernia, assessora della pubblica istruzione, che ha  asserito: ” Il Liceo classico è un ecosistema disciplinare che lascia liberi gli studenti di maturare ed orientare il loro talento e per questo diventa un eccezionale strumento di democrazia e giustizia. Questo pensiero l’ho condiviso dal filologo e grecista Condello. Mi sento molto emozionata e lusingata di essere nel mio liceo, ho lasciato i classici tempo fa e li ho rivissuto stasera in una chiave veramente deliziosa. Abbiamo un liceo classico che è il fiore all’occhiello del nostro territorio e siamo fortunati ad avere una dirigente come la Manzo così attiva. Lode a voi alunni, professori, e grazie per l’invito a questa serata che mi ha fatto respirare aria di cultura”. 

La IV A ha ripreso il percorso dello spettacolo con la rappresentazione di quattro sketch, ambientati in quattro epoche diverse, con un solo filo conduttore, il programma Uomini e Donne, rivisitando e parodiando l’Odissea di Omero, Cleopatra, l’Angelica de L’Orlando Furioso, I Promessi Sposi di Manzoni. Chiara Della Pietra, voce narrante del suo gruppo classe, ha dichiarato:”In una sola classe realizzare  quattro performances  è stato  un lavoro duro, perché bisognava coordinare ventisette persone in quattro gruppi, ma è stato anche  molto divertente lo  studio di ricerca e di confronto fatto con continue discussioni con la coordinazione e l’aiuto della nostra prof.ssa Gabriella Carbone. Durante le prove, tra musiche, battute, errori, abbiamo riso tanto. Non pensavo che il risultato sarebbe stato questo di stasera. Vedere i miei compagni così attenti ed impegnati è stato davvero bello, come se l’atmosfera della serata avesse spinto a dare il meglio. Siamo tutti consapevoli che Insieme è bello. L’’unione fa la forza.”

La III A con il Simposio di Platone in “Un sorso d’amore”,  ha condotto il pubblico  in un percorso di scene creative, con accuratezza di studio, prendendo in esame tutti  i contenuti curricolari, sia di storia che di filosofia, per offrire alcune risposte  ai misteri dell’Amore.

 La II A con Mezzanotte al classico, si è ispirata al film del 2011, scritto e diretto da Woody Allen: Midnight in Paris. Gli alunni hanno saputo simpaticamente ripercorrere il viaggio dei fidanzati Gil e Inez, catapultati nel passato per l’incontro dei grandi miti che hanno regalato il dono del grande insegnamento della vita: che cos’è l’Amore. La lettura del brano finale a due voci, greco e italiano, dell’Agamennone di Eschilio, condotta da Camilla Cozzolino e Mariateresa Sepe della terza A, ha chiuso la serata della Notte Bianca del Liceo Rosmini, in contemporanea    di altri Licei nazionali che hanno aderito.

“Sono proprio bravi i vostri figli, ed io ne sono fiera come lo sono i loro docenti, ma non bisogna mai mollare, per dare ed avere il meglio – ha detto la preside Manzo più volte, con un invito ad applaudire i bravi alunni – Ci hanno dato prova di che cosa significa l’essenza del sapere nel suo insieme. E solo lo studio, la cultura potrà rendere migliori gli alunni che occupano un posto nella società, nella scuola che ha sempre avuto il compito di educare i suoi allievi. E la nostra scuola è aperta al lavoro che dà serietà e dignità. Stasera, i ragazzi, sostenuti dai loro docenti, con un lavoro di squadra, hanno dimostrato in modo chiaro che la cultura tutta è importante, e che non solo è importante ciò che oggi serve o sembra servire. Noi abbiamo bisogno di sapere le nostre origini che sono un pezzo della nostra storia. Spero che voi genitori, insieme ai vostri figli facciate in modo che la cultura classica, l’indirizzo classico venga scelto non perché sia più importante, ma perché dobbiamo sapere da dove veniamo e chi siamo. La classicità non deve morire”.

I maestri dell’Indirizzo Musicale, tra cui D’Apolito Antonio, Giuseppe Leone, Francesco Spagnuolo, Alessio Iovino, sulle note delle musiche del valzer  della Bella Addormentata di Tchaikovsky e And Waltz Goes On di Anthony Hopkins hanno fatto danzare i giovani studenti della V A classico, nei loro abiti di festa, abbigliati di coroncine le donne e coccarde rosse i maschi, in un’atmosfera fiabesca. I ballerini sono stati preparati con cura e professionalità dalla maestra di danza classica e prof.ssa di Scienze Motorie, Luisa Vincenti, che ha osservato, soddisfatta ed emozionata, i loro passi lenti ed eleganti. Il pubblico estasiato da tanta grazia ha applaudito a lungo. Il video di tutta la manifestazione è su Youtube e si deve al lavoro preciso del prof. Savino Carrella.

Docenti impegnati per la preparazione della notte Bianca del liceo classico sono stati: Amelia Di Filippo, Claudia Ferrara, Gabriella Carbone, Maria Vittoria Landi, Saveria Felicia Rionero, Savino Carrella, Teresa D’Anna. Negli ultimi due anni, grazie alla dirigente, l’evento è cresciuto, con il coinvolgimento di docenti e alunni, che hanno tradotto le conoscenze e le competenze in attività laboratoriali. L’esperienza de La notte del liceo classico ha una ricaduta sulla crescita culturale e umana degli alunni, motivati a dare il meglio di sé. il Liceo accoglie alunni ragazzini e consegna giovani uomini e donne, formati per intraprendere qualsiasi percorso di studi, ma soprattutto per assumere un ruolo attivo e propositivo nella comunità. 

La preside Manzo, visibilmente felice della riuscita in toto della Notte Bianca al Rosmini, ha dato l’arrivederci all’anno prossimo, invitando i presenti alle dolcezze del buffet.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa