Comuni

Palma Campania, la Festa dei Bambini in Parrocchia: quando il divertimento non ha età

Palma Campania, 15 Luglio –  Per il terzo anno consecutivo, stasera in Largo Parrocchia a Palma Campania si svolgerà la Festa dei Bambini in Parrocchia, evento organizzato dall’Associazione Culturale Rione Parrocchia presieduta da Giuseppe Varchetta. Dalle 19.00 ci saranno lo spettacolo di magia dell’abile Mago Tony, i divertenti giochi gonfiabili, tra cui un campetto di calcio, la baby dance, i giochi di quadra, tante sorprese e l’intrattenimento per i genitori e per i nonni, grazie alla gara con le angurie, al karaoke.

L’iniziativa Festa dei Bambini in Parrocchia prende il nome da un luogo molto caro ai palmesi, che da sempre indicano con il toponimo Ngopp’a Parrocchia il nucleo del paese che si sviluppa su una piccola altura, intorno all’antica chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo e alle adiacenti congreghe della Madonna della Purità e dell’Immacolata Concezione. Una splendida cornice urbanistica adagiata sul pendio della collina, un luogo che con i suoi tesori d’arte e di architettura racconta un’affascinante pagina di storia palmese fatta di gente tranquilla, operosa, lavoratrice.

Questo è Largo Parrocchia, che spesso è stato scenario di un bellissimo Presepe Vivente organizzato dalla Comunità Parrocchiale San Biagio. Dal Largo Parrocchia, inoltre, si raggiungono i caratteristici quartieri Vascio e Botteghe, che rappresentano l’insediamento della Palma dei secoli XVI-XVIII, e si diramano i sentieri che s’inerpicano fino alla vicina località Casale, dove si trova l’antico convento di Santa Croce, di fondazione medievale, rivisitato in epoca barocca. Luoghi da scoprire, anzi da riscoprire, perché appartengono ormai più alla memoria storica del paese che alla quotidianità.

La Festa dei Bambini in Parrocchia si svolgerà in questo scenario che da sempre occupa un posto speciale nel cuore dei palmesi, soprattutto perché nella chiesa di San Michele si venera il patrono san Biagio e perché, negli ampi spazi circostanti, tante generazioni di ragazzi hanno improvvisato interminabili e spensierate partite di calcetto nelle sere di tutte le stagioni. Un posto semplice, un luogo del cuore, un rione che tuttavia oggi, in una fase di abbandono del centro storico e di diffuso degrado urbano, meriterebbe di essere recuperato, curato e valorizzato di più.

Abbiamo chiesto a Fabrizio Sepe, uno dei soci fondatori dell’Associazione Culturale Rione Parrocchia come sia nata l’idea della Festa dei Bambini. “Per gioco”, ci ha spiegato Fabrizio, “l’associazione è nata del sodalizio dei giovani della Comunità Parrocchiale San Biagio e si è costituita per poter meglio rispondere alle nuove norme che regolano la vita delle associazioni locali. La festa è nata dalla nostra consapevolezza che la Parrocchia è un luogo del cuore. La modernità ha fatto cambiare le abitudini, allontanando i bambini di oggi, i nostri figli, dai giochi all’aria aperta, ma il rione ha conservato la sua vocazione e continua comunque ad attirare i giovanissimi. E anche gli adulti, che ritornano sempre con piacere. In realtà il rione Parrocchia, escludendo la chiesa, non è un luogo vissuto da tutti i palmesi, ma soprattutto dai residenti. A frequentare la piazzetta e i giardinetti sono quasi esclusivamente gli abitanti dei dintorni, a causa della posizione della chiesa posta leggermente in alto rispetto alla parte del paese più frequentata.

Largo Parrocchia però è un posto fresco, accogliente, è un luogo dell’anima. Vale dunque la pena di farne una location di festa e di condivisione, in attesa che arrivi prima o poi anche il tempo del recupero dei beni architettonici, le due congreghe, che versano in degrado. Intanto in quel contesto ci si può ritrovare comunque all’aperto: l’iniziativa avrà successo. La festa, come tutte quelle che ne organizziamo, attirerà anche persone dagli altri quartieri, porterà gioia e allegria e farà divertire tutti, grandi e piccini. Per l’occasione è stata fatta una più accurata pulizia dell’area, a cura del Comune e grazie all’associazione stessa”. Tutto è pronto. Appuntamento dalle 19,00. L’associazione Culturale Rione Parrocchia ci aspetta!

image_pdfimage_print

Nata a Napoli, lavora nel settore dei beni culturali e della comunicazione. Ha scelto di non lasciare il Sud perché ritiene che esso abbia ancora tante cose belle da raccontare”.