Comuni

Palma Campania, furto all’Isis “Rosmini”: computer e lavagne multimediali il bottino dei malviventi

Palma Campania, 15 Giugno – Le indagini sono ancora in corso, per un furto che è avvenuto una decina di giorni fa, presso l’ Istituto Scolastico I.S.I.S “A. Rosmini” situato in Via Ugo Di Fazio a Palma Campania. Il tutto si è svolto durante la notte. I ladri sono entrati dal retro zona parcheggio, sul lato destro, attraverso una finestra, rubando molti computer, e lavagne interattive multimediali.

Hanno agito rompendo e spostando telecamere per evitare di essere ripresi. Inoltre forzando porte chiuse sono riusciti ad entrare negli uffici di presidenza, sottraendo anche denaro sia dalla cassaforte che dai distributori. I primi impiegati che hanno constatato l’intrusione, visibilmente provati e scioccati, hanno subito chiamato le forze dell’ordine. I Carabinieri del comando di Palma Campania, hanno effettuato le dovute i riscontri dei danni, e per i rilievi è intervenuta la scientifica di Napoli.

Sono state trovate impronte e un berretto nelle vicinanze del luogo dell’effrazione. I malviventi potrebbero aver impiegato almeno due ore per l’entità del danno che hanno provocato e hanno agito mettendo fuori uso i sensori dell’antifurto. I docenti e i non docenti, erano allibiti per questo atto criminale, che come hanno dichiarato “penalizza ancora una volta noi cittadini”.  

La sottrazione di tutti questi componenti informatici potrà anche provocare problemi allo svolgimento dei prossimi esami di maturità. Ora bisognerà attendere i risultati delle indagini perché venga fatta giustizia, ma nel frattempo sicuramente ci saranno  molti disagi. I genitori, dal loro canto, temono che per ricomprare tutto, si debba ricorrere all’aumento delle tasse scolastiche, con un ulteriore aggravio sul budget familiare.

image_pdfimage_print

“Sono appassionata di ogni forma d’arte. Dal 2017 mi dedico alla scrittura. Ho scoperto che scrivere racconti mi diverte molto, fino al punto di pubblicare il primo dal titolo ‘ Santa Lucia era lì’. Ritengo che l’arte sia espressione dell’essere umano, e che i colpi di scena rendano la vita più frizzante”.